Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Mep Radio, in onda il convegno «Coltiviamo il futuro - Tartuficoltura 4.0»

Si potrà seguire la trasmissione anche in streaming audio

18/11/2019 20:57 

 

Agroalimentare, Unindustria: a Rieti incontro con imprese e istituzioni del territorio

Mercoledì 20 novembre ore 15 al Museo civico per la Settimana della cultura d’impresa

18/11/2019 19:44 

 

Spi Cgil: a Rocca Sinibalda importante convegno sulla prevenzione dell'ictus

L’appuntamento è per martedì 19 novembre

17/11/2019 12:21 

 
 

 
   

 

 

In attesa dello stipendio...

 


 
 
virgolette

Ritardi e lungaggini, ma le colpe sono effettivamente sempre della ditta appaltatrice?

     

di Pierluigi Giacomelli - Uiltrasporti Rieti
martedì 1 ottobre 2019 - 18:36


Oramai è la problematica comune a molti lavoratori del settore igiene ambientale, logistica e merci e soprattutto in particolar modo quelli del settore multiservizi. Persone più che lavoratori con o senza famiglie a carico, con problemi del quotidiano da affrontare con il rischio poi che, per colpe di chissà chi, l'attesa dell'accredito dello stipendio, sia più lunga del previsto. È questo quello che sta accadendo sia in questa nazione sia nel nostro territorio fino ad arrivare poi nella sabina reatina e romana.

Oggi è il 1 ottobre e per alcuni di loro sarebbe giorno di paga, giorno di felicità spesso spezzata però. Alcuni invece, vedranno il loro accredito il 15 di ogni mese, se lo vedranno. In alcune realtà invece, ancora devono acquisire l'accredito di luglio, alcuni, più disperati, di oltre qualche mese...

Ma le colpe sono effettivamente sempre della ditta appaltatrice? Oppure di quelle ditte che improvvisamente si vedono chiuse le porte delle "concessioni"? Spesso e volentieri, invece, si scoprono verità diverse. Verità atroci. Ritardi pagamenti di committenti che per colpe varie, compromettono a volte, l'integrità di un ditta appaltatrice portandola anche allo sfascio. Aziende nel settore delle infrastrutture autostradali, e dei servizi legati alla mobilità e quant'altro, che per varie ragioni nazionali dettate sia da volontà politica e volontà anche popolare, decretate dalle "varie sviste" o "occultamenti".

Committenti che espletano bandi di gara nel settore servizi, a ribasso. Con dumping salariale e il fenomeno dei contratti pirata. Orari part-time per ulteriore risparmio. Noi come Uiltrasporti Rieti insieme alla Uil Rieti è da anni che combattiamo questo malessere portando almeno serenità ai lavoratori, tranquillità, certezze che a volte si trovano sui tavoli di accordi in azienda o presso uffici di lavoro. Aspettando cosi, lo stipendio!

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori