Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Confartigianato Imprese Lazio, Giraldi vice Presidente dei Giovani Imprenditori

Pierluigi Giraldi

Importante risultato per il movimento reatino

14/07/2020 16:18 

 

Saldi estivi 2020, Regione Lazio: al via dal 1 agosto

© via Roma

Provvedimento votato all’unanimità dal consiglio regionale

14/07/2020 16:09 

 

Nel silenzio chiude i battenti la Camera di Commercio di Rieti

©

Confartigianato Imprese Rieti si batterà con tutte le proprie forze per dire NO

14/07/2020 16:07 

 
 

 
   

 

 

Nuovo polo liceale a Rieti: Liceo Classico, Liceo Scientifico e Liceo Artistico

 

L’Istituto 'Calcagnadoro'
L’Istituto 'Calcagnadoro'

 
 
virgolette

La proposta dei docenti del Liceo Classico e del Liceo Artistico

     

di I docenti del Liceo Classico e del Liceo Artistico
martedì 1 ottobre 2019 - 08:00


È già dal 2016 che i docenti del Liceo Classico “Marco Terenzio Varrone” e del Liceo Artistico “Antonino Calcagnadoro”, insieme a molta parte dell’opinione pubblica, auspicano la costituzione di un Polo liceale che li associ al Liceo Scientifico “C. Jucci”. Il Classico e l’Artistico, del resto, da dieci anni sono stabili componenti dell’IIS “Varrone”, a cui successivamente si è aggiunto il CAT Geometri.

In una ipotesi, ormai impellente, di “razionalizzazione” delle reti scolastiche, il Cat-Geometri “Ugo Ciancarelli” preferirebbe entrare a far parte di Istituti scolastici come il “Rosatelli” o il “Luigi di Savoia” così da costituire un Polo tecnico. Il nuovo Polo liceale, invece, consentirebbe di condividere, tra i tre Licei, le rispettive risorse umane, competenti nelle aree umanistiche, scientifiche e artistiche, dando risposta alle esigenze della nostra utenza che richiede potenziamenti umanistici e scientifici, con particolare attenzione alla “curvatura biomedica” già prevista dal Liceo Jucci.

Il Polo liceale permetterebbe dunque di ampliare l’offerta formativa nei tre indirizzi attraverso potenziamenti curricolari, attività di orientamento in entrata, laboratori, attivazione di percorsi sperimentali e attività di PCTO (Percorsi di Competenze Trasversali e Orientamento, precedentemente denominati “alternanza scuola/lavoro). Tutto questo sarebbe possibile senza onere finanziario aggiuntivo per l’Amministrazione. L’offerta formativa, così, si articolerebbe su tre indirizzi complementari ma chiaramente definiti nell’identità della proposta culturale e dunque più efficacemente rispondenti ai bisogni formativi delle giovani generazioni del nostro territorio nel momento della scelta della Scuola Superiore.

Questo Polo liceale tutelerebbe anche l’organico vigente perché molti docenti hanno cattedre-orario distribuite tra i tre Licei. Il nuovo Polo liceale inoltre comporterebbe anche la definitiva stabilizzazione della Dirigenza del Liceo Classico e del Liceo Artistico, già da quattro anni condivisa proficuamente in reggenza con lo Scientifico. Da troppo tempo si protrae infatti la situazione di reggenze e trasferimenti d’ufficio, con significativo sottodimensionamento del personale ATA ed aggravio di lavoro per il personale tutto. Questa proposta è stata da poco presentata agli Uffici e alle Autorità competenti e confidiamo in un rapido riscontro. E che, almeno per una volta, la Pòlis non tradisca la Paidèia.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori