Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Rieti, servizi di controllo straordinari della Polizia di Stato

Sequestrata cocaina e marijuana ad un libanese

16/09/2019 14:47 

 

Casa di accoglienza: chiuso inaspettatamente l'accesso dalla via Terminillese

Ritenuto pericoloso lo svincolo è stato chiuso. Forte il disagio dei malati provenienti anche da fuori provincia e dei volontari

16/09/2019 14:34 

 

Carabinieri Forestali in campo per l'apertura della caccia

Controlli in tutto il Lazio. Nessun incidente nella provincia di Rieti

16/09/2019 13:38 

 
 

 
   

 

 

Comune di Contigliano: nessuna scarsa sensibilità per gli amici a quattro zampe

 


 
 
virgolette

Rimosso da ignoti il cartello di divieto d'accesso ai cani nell'area verde di Largo Talarrubias

     

dalla Redazione
lunedì 2 settembre 2019 - 09:24


«Facendo seguito a post pubblicati sulle reti sociali, l’Amministrazione Comunale evidenzia che il segnale apposto nell’area verde di Largo Talarrubias - che vieta l’ingresso ai cani per motivi igienici, - non è stato rimosso per un avvenuto ripensamento circa l’opportunità di mantenere tale disposizione. È stato piuttosto oggetto di danneggiamento e rimozione da parte di ignoti, del che è stata notiziata la competente Autorità Giudiziaria». A darne notizia in una nota è il Comune di Contigliano.

«Per quanto attiene alla presunta (da alcuni) "scarsa sensibilità nei confronti degli amici a quattro zampe dell’uomo", si rappresenta che negli ultimi anni codesto Comune, oltre a far fronte agli obblighi di legge e di responsabilità civile per la custodia e il mantenimento di cani randagi (negli ultimi dieci anni accalappiati n. 278 cani), nello spirito di provvedere per essi nuove condizioni di benessere, ha proceduto ad opportuni atti di lotta al randagismo, con incentivi economici biennali a privati residenti nel Comune di Contigliano (ad oggi n. 76) che adottano cani; e con stipula di Convenzione per le adozioni internazionali (Associazione di volontariato denominata Animalia Amo International), nel rispetto delle normative vigenti (ad oggi nessun cane randagio ricoverato a spese del bilancio comunale in struttura privata convenzionata). Per incoraggiare poi a mantenere propositi di igiene e decoro - conclude la nota - saranno predisposti appositi cestini per la raccolta delle deiezioni canine».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori