Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Salaria, Pirozzi: il cantiere che blocca i pendolari è cosa da class action

©

Coda di 7 chilometri sulla statale per il rifacimento del manto stradale

16/09/2019 16:35 

 

Disagi sulla Salaria, interviene Trancassini

«Chiederò al Governo di impegnarsi affinché siano rispettati prima i cittadini, poi i bilanci di Anas»

16/09/2019 16:25 

 

Forza Italia, a Rieti l'incontro con i coordinatori della provincia e delle sezioni

Sul tavolo il bilancio, l'urbanistica ed i lavori pubblici, i servizi sociali, la cultura e il turismo

16/09/2019 14:29 

 
 

 
   

 

 

Terremoto, Pirozzi: si faccia un «Lodo Pirozzi» per la ricostruzione

 

Sergio Pirozzi
Sergio Pirozzi

 
 
virgolette

Un commissario straordinario che abbia poteri in deroga per i comuni che sono stati distrutti

     

dalla Redazione
venerdì 23 agosto 2019 - 11:26


«Io non parlo più del problema e offro la soluzione per la ricostruzione: propongo che si faccia un 'Lodo Pirozzi', un commissario straordinario che abbia poteri in deroga per i comuni che sono stati distrutti che sono circa trenta e che sono tutti piccoli. Non hanno più di 3mila abitanti e hanno carenze di personale». Lo ha detto in un'intervista ad Agenzia Nova Sergio Pirozzi, ex sindaco di Amatrice che per primo diede l'allarme sul terremoto nella notte del 24 agosto del 2016.

«Sugli altri comuni si può andare in gestione ordinaria così come stiamo procedendo - ha aggiunto - Altrimenti c'è il rischio che qui si buttino grosse somme di denaro, che si facciano grosse speculazioni edilizie, ma poi nel territorio non ci rimane nessuno e non ce lo possiamo permettere».

Pirozzi ha concluso ricordando la legge approvata all'unanimità in Regione Lazio e che porta il suo nome e dicendo: «Approfitto di questa intervista per fare un appello alla politica intelligente: si chiedano che cosa non ha funzionato finora e, siccome quello che non ha funzionato è il metodo, accolgano la mia proposta. Non devo essere io il commissario straordinario, l'importante che ce ne sia uno e che abbia poteri e strumenti pari e uguali al commissario di Genova».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori