Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Turismo: parte dal centro Italia Walk & Learn, il racconto del museo diffuso italiano

Da Centro dell'Italia alla riscoperta della piccola grande bellezza italiana.
 W&L l'App degli incontri impossibili

11/10/2019 19:09 

 

Concerti d’autunno, chiude la Santa Cecilia Wind Orchestra

Sul palco di San Giorgio 16 strumentisti«“eredi» del «Gruppo di Roma»

11/10/2019 09:11 

 

Reate Festival, si parte con la prima versione in musica del mito di Don Giovanni

La prima versione in musica del mito di Don Giovanni al Teatro Flavio Vespasiano Rieti il 6 ottobre, dopo il debutto a Roma nel Teatro di Villa Torlonia

02/10/2019 19:39 

 
 

 
   

 

 

Piace il teatro sopra ad Antuni: lo spettacolo di stasera rinviato a mercoledì

 


 
 
virgolette

Spettacolo rimandato con il “Leonardo da Vinci” del Gruppo Jobel

     

dalla Redazione
domenica 28 luglio 2019 - 08:25


Solo il maltempo e solo per stasera ferma la rassegna Teatro Altrove della Fondazione Varrone: l’appuntamento di oggi con il “Leonardo da Vinci” del Gruppo Jobel è rinviato a mercoledì 31 luglio, stesso luogo – il meraviglioso Borgo Antuni – stessa ora, le 19, per godere del panorama mozzafiato sul lago e sulla valle del Turano al tramonto. Ieri tutto esaurito sulla terrazza più alta del borgo per “I primi 100 anni di Edith Piaf”, con una superba Nathalie Mentha che ha dato voce e volto alla celebre e combattiva cantante francese.

«Non solo una grande artista – l’ha presentata il regista e fondatore del Teatro Potlach Pino Di Buduo – ma l’esempio di come con la forza di volontà una donna può arrivare a realizzare i suoi sogni anche partendo da sottozero e dovendo affrontare mille difficoltà». Uno spettacolo nello spettacolo, che il pubblico si è letteralmente guadagnato salendo a piedi la ripida erta di Antuni, incurante del caldo e della fatica, tanto era il desiderio di vedere, e vivere per qualche ora almeno l’atmosfera del borgo oggi disabitato.

«Non avevamo la più pallida idea di quanti avrebbero accolto il nostro invito di arrivare fin quassù a piedi per assistere a uno spettacolo teatrale – ha detto il vice presidente della Fondazione Roberto Lorenzetti – Vedere così tanta gente e così tanto entusiasta è il segno di una scommessa vinta».

«Avevamo fatto quassù altre manifestazioni ma oltre 100 persone per il teatro sono una sorpresa assoluta anche per noi - ha detto la sindaco di Castel di Tora Cesarina D’Alessandro – grazie alla Fondazione Varrone che ha voluto scommettere sulla nostra valle e sul nostro Borgo».

Decisiva la collaborazione e l’assistenza della Riserva Naturale del Cervia e Navegna: «Il nostro sforzo è massimo per fare rete con i Comuni e con enti come la Fondazione per valorizzare al massimo questa valle speciale – ha detto il presidente Giuseppe Ricci – Questo è un luogo dove la mattina puoi affacciarti dalla finestra e accorgerti che nel cielo sopra di te c'è un’aquila che insegna a volare al suo aquilotto. E benvengano tutte le iniziative che ci aiutano a farlo sapere in giro».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori