Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Ecomuseo Monte degli Elci-Farfa, pomeriggio culturale a Toffia

Descritte le grandi potenzialità del territorio ricco di qualità naturalistiche, paesaggistiche e storico artistiche

17/08/2019 09:58 

 

Borgovelino festeggia lo storico Gruppo di Sbandieratori e musici

1974, gli Sbandieratori di Borgovelino

Sabato 17 le celebrazioni

16/08/2019 16:48 

 

Terminillo, convegno sui viaggi nello spazio nel 50° dell’allunaggio

Parteciperà Silvio Eugeni, presidente del CNAI – Centro Nazionale Astroricercatori Indipendenti

15/08/2019 09:16 

 
 

 
   

 

 

Teatro e natura per la festa dei 30 anni del Parco dei Monti Lucretili

 


 
 
virgolette

«Miti d'acqua» alle Pratarelle di Orvinio. Vetturini: esperienza unica

     

dalla Redazione
martedì 16 luglio 2019 - 10:25


I «Miti d'acqua» in scena alle Pratarelle di Orvinio. Con gli applausi che hanno chiuso lo spettacolo inserito nel programma dei festeggiamenti per i 30 anni del Parco naturale regionale dei Monti Lucretili. Un 'matrimonio' di successo quello tra l'Area protetta e il testo ispirato alle Metamorfosi di Ovidio dell'Associazione O Thiasos TeatroNatura, scritto e narrato da Sista Bramini, con la musica ideata e interpretata da Camilla Dell'Agnola. Per l'evento, che ha richiamato numerosi spettatori attratti dall'unicità dell'esperienza, non sono state utilizzate luci artificiali, né palchi, né amplificazioni, così da regalare un contatto più diretto con l'ambiente naturale, un luogo 'incantato' in provincia di Rieti.

«Una idea nata per riportare il parco ai suoi valori - ha raccontato alla Dire la presidente Barbara Vetturini- il Parco è verde, è natura, è ambiente, per questo abbiamo voluto portare qui uno spettacolo teatrale che parla proprio di natura e di ambiente, abbiamo voluto calarci veramente nella vita del parco». L'Associazione O Thiasos TeatroNatura dal 1992 sviluppa un originale progetto artistico e «si interroga - hanno spiegato - attraverso la messa in scena di spettacoli itineranti in luoghi naturali, sulle possibilità di un dialogo tra mondo umano e natura, sull'ecologia come cura dell'abitare la terra, sul ruolo che possono avere il teatro, il mito antico, il canto nel riannodare un tessuto lacerato».

L'evento voluto dal Parco dei Monti Lucretili «ha avuto l'obiettivo di avvicinare gli utenti alle bellezze naturalistiche dell'Area protetta grazie a una manifestazione artistica e naturalistica - ha detto ancora Vetturini - promuovendo la conoscenza degli ambienti e lo sviluppo di un turismo ecosostenibile». Con l'estate si chiude la prima parte dei progetti del parco per quest'anno di festa. Si riparte a settembre.

«Trent'anni sono un traguardo importante e lo abbiamo raggiunto solo grazie alla collaborazione con tutte le amministrazioni comunali - ha concluso la direttrice del Parco, Laura Rinaldi - Nel tempo abbiamo saputo lavorare con loro e abbiamo raggiunto soprattutto l'unanimità' con tutti i sindaci del territorio. Vi è una partecipazione sempre maggiore anche da parte dei cittadini e lavoreremo ancora di più in questo senso. Per noi questi trent'anni non sono un traguardo ma un punto di partenza».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori