Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

GdF: operazioni antidroga, anticontraffazione e sicurezza alimentare

Tre denunce e due segnalazioni il risultato dell'operazione in atto nell'ultimo mese

13/10/2019 14:20 

 

Pirozzi: non mi ha messo in ginocchio il terremoto non lo farà un processo

Sergio Pirozzi

«Poteva essere evitato» dichiara il presidente della XII Commissione del Consiglio Regionale del Lazio

11/10/2019 19:38 

 

Furti di rame, arrestati quattro rumeni

Circa 5 le tonnellate sottratte per danni di oltre 500.000 euro

09/10/2019 10:17 

 
 

 
   

 

 

Circolazione stradale e difficoltà motorie, disabile scrive a Cicchetti

 


 
 
virgolette

Molte le difficoltà nel quartiere di Campoloniano, ecco i problemi per un disabile

     

dalla Redazione
martedì 9 luglio 2019 - 09:28


Sulle problematiche inerenti la circolazione e la sosta degli autoveicoli nel quartiere di Campoloniano a Rieti arrivano i suggerimenti di Glauco Perani, disabile in carrozzina e invalido civile al 100%, che in una lettera inviata al sindaco Cicchetti e al comandante della Polizia Municipale, spiega quanto fare per migliorare alcune criticità.

«Si deve premettere che, - si legge nella lettera inviata da Perani - nella zona compresa tra la SS4 bis e via Oreste Di Fazio - ove sono ubicate sia abitazioni di edilizia privata che complessi di E.R.P. - lo stato delle strade, ma purtroppo, nei tratti ove sono presenti, anche quello dei marciapiedi, è semplicemente vergognoso. Su entrambi sono presenti buche ed avvallamenti, raccordi dissestati e pericolosi da percorrere - specialmente da parte di chi, come il sottoscritto, utilizza per gli spostamenti una carrozzina elettrica - nonché per chi, ad esempio, conduce carrozzine per bambini o presenta comunque difficoltà motorie. Nonostante i numerosi solleciti operati negli anni, la situazione è rimasta sostanzialmente invariata, anzi peggiorata a causa della progressiva usura dei materiali».

E ancora: «Dato tale stato di cose, il sottoscritto (ma anche altri residenti disabili della zona), per effettuare brevi spostamenti nell'ambito del quartiere, è costretto ad utilizzare la sede stradale, avendo cura di tenersi il più possibile a bordo strada, così da evitare possibili contatti con gli autoveicoli in transito e minimizzare i potenziali rischi. Qui la situazione, se possibile, è ancora peggiore e realmente pericolosa. Nonostante la relativa larghezza delle strade, infatti, gli autoveicoli stazionano in sosta finanche sugli incroci - specialmente in adiacenza di bar e pizzerie - costringendo l'utente in carrozzina a percorrere lunghi tratti in mezzo alla carreggiata, facendo attenzione alle autovetture circolanti, in particolare sulle rotatorie, che risultano prive di attraversamenti pedonali».

«Si aggiunga a ciò (ma credo che tale incivile atteggiamento sia purtroppo generalizzato) - prosegue Perani - che - nel momento in cui ci si appresta ad attraversare la strada sulle strisce pedonali - le vetture in arrivo non solo non si arrestano immediatamente a debita distanza, ma anzi sfrecciano nel tentativo di anticipare il passaggio del pedone, con i rischi conseguenti. Premesso quanto sopra (pur nella consapevolezza che trattasi di situazioni ben note), si sollecitano le SS.LL., per quanto di rispettiva competenza, a predisporre le possibili misure necessarie ad alleviare le criticità evidenziate, attivando preliminarmente una maggiore vigilanza da parte della Polizia Urbana e comminando le dovute sanzioni ai trasgressori delle disposizioni del C.d.S.».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori