Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Ad Amatrice Crimi e Zingaretti, Trancassini «Tre anni incoerenti ed inconsistenti»

© Paolo Trancassini

«Serve serietà e capacità» afferma il deputato di FdI

24/08/2019 19:01 

 

Terremoto, Crimi: vicino ai territori qualsiasi sia il futuro del Governo e M5S

Vito Crimi

«L'attuale crisi di Governo non consentirà al Presidente Conte di proseguire alcune iniziative»

24/08/2019 16:19 

 

Pirozzi: su Genova il Governo ha avuto coraggio, Amatrice ancora aspetta

«In tempo di guerra ci vogliono procedure di guerra» afferma l'ex sindaco di Amatrice

24/08/2019 08:21 

 
 

 
   

 

 

Amatrice, Fontanella: «L'Ospedale è priorità, basta dietrologia»

 

Il Consiglio comunale di Amatrice
Il Consiglio comunale di Amatrice

 
 
virgolette

«Amatrice è la nostra terra, va difesa e va ricostruita con tutte le nostre forze» afferma con forza il sindaco

     

dalla Redazione
martedì 25 giugno 2019 - 12:27


«La ricostruzione dell’Ospedale Grifoni rappresenta una priorità strategica per l’intero comprensorio amatriciano, e con il Consiglio Comunale del 22 giugno si è finalmente formalizzata la volontà ufficiale dell’Amministrazione Comunale. Lo abbiamo fatto ponendo all’attenzione della cittadinanza, della Regione Lazio e dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione USR, sia la questione relativa alla connotazione funzionale del nuovo Ospedale, sia quella relativa alla sua idonea collocazione. Proprio perché non c’è tempo da perdere abbiamo ritenuto inopportuno e dannoso l’atteggiamento assunto dalla minoranza di votare contro a prescindere dal merito. Un atteggiamento che appare puerile e inopportuno per chi è chiamato ad occuparsi degli interessi della comunità, indipendentemente dal ruolo ricoperto nell’ambito della maggioranza o della minoranza». Lo dichiara in una nota il Sindaco di Amatrice Antonio Fontanella.

«Mentre Amatrice è impegnata a rinascere e mentre la popolazione dimostra tenacia, determinazione e speranza, la minoranza in Comune fa dietrologia ed in questo caso potremmo dire tra virgolette 'i capricci' come un bambino a cui è stato tolto il giocattolo dalle mani. Ci si dimentica - prosegue il sindaco - che Amatrice è la nostra terra, va difesa e va ricostruita con tutte le nostre forze e con il sostegno e la partecipazione di tutti. L’Ospedale non appartiene né alla maggioranza né alla minoranza ma fa parte della storia della nostra comunità ed è per questo che in consiglio comunale il Sindaco ha fatto appello all’unità e ad un’espressione di voto unanime che potesse dare più forza alla volontà dell’Amministrazione».

«Purtroppo la risposta del gruppo di minoranza è stata negativa, banale e priva di buon senso. Dispiace constatare che anche su una questione di tale rilevanza per il futuro di Amatrice si sia scelto di anteporre il risentimento personale e di gruppo al bene della collettività. Si lavori per Amatrice dando contributi positivi e idee e si smetta di produrre argomentazioni volte a suscitare contrapposizione, come in una continua campagna elettorale. Se veramente si ha a cuore il bene della nostra collettività - conclude Fontanella - si chiede di accettare l’esito del voto e di rispettare chi ha avuto la fiducia della maggioranza della popolazione amatriciana».

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori