Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Mep Radio, Agriumbria: in onda il convegno «Le fiere agricole»

(foto Rita Peccia)

Si potrà seguire la trasmissione anche in streaming audio

20/04/2019 07:45 

 

Mep Radio, in onda la cerimonia di riapertura del Municipio di Leonessa

(foto Gianni Bolletta)

Si potrà seguire la trasmissione anche in streaming audio

19/04/2019 07:59 

 

Consorzio Sociale Rieti/1: approvato il nuovo contratto di servizio

© Il Palazzo Comunale di Rieti

Palomba: «frutto di un lungo lavoro di confronto e collaborazione»

18/04/2019 18:24 

 
 

 
   

 

 

Lupo in Appennino, se ne è parlato in Prefettura

 


 
 
virgolette

Riunito oggi il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

     

dalla Redazione
lunedì 15 aprile 2019 - 19:32


Presieduta dal Prefetto Giuseppina Reggiani, con la partecipazione del Presidente della Provincia, del Vice Sindaco di Rieti, dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine, si è tenuta, questa mattina, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, allargata, per la trattazione della tematica relativa alla diffusione dei lupi e alla tutela della pubblica incolumità nella provincia di Rieti, agli esponenti dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), del Servizio Veterinario della locale Azienda USL e dell’ARPA, in ossequio alla recente direttiva del Ministero dell’Interno.

Dalla discussione è emerso che il fenomeno, attentamente seguito e monitorato dall’ISPRA su tutto il territorio nazionale, è caratterizzato dalla presenza di piccoli branchi di lupi (circa 4/5 capi ogni 200 kmq) capillarmente diffusi nelle aree montane e pedemontane nazionali. Tale presenza, nella provincia di Rieti, non desta comunque preoccupazione o allarme sociale. Non risultano infatti denunce volte al ristoro economico di danni subiti dagli allevatori a causa dei lupi, né tantomeno sono stati registrati attacchi alle persone. Per contro, la presenza del lupo, specie protetta e naturale antagonista dei cinghiali e dei cervidi, contribuisce al mantenimento dell’equilibrio della fauna selvatica. È emerso comunque che, a livello preventivo, risulta necessario attuare tutte quelle misure di messa in sicurezza del bestiame e di dissuasione delle potenziali situazioni di conflitto, anche attraverso la stabulazione delle greggi, in transumanza o al pascolo, confinandole in spazi controllati, nonché l’adozione di idonei mezzi di difesa passiva (cani da pastore, recinzioni, videocamere) nella stabulazione fissa.

In occasione delle prossime festività pasquali e dei “ponti” del 25 aprile e 1° maggio, il Prefetto ha richiamato l’attenzione delle Forze di Polizia, comprese le Polizie Locali, affinché siano adottati adeguati e coordinati servizi di controllo del territorio e di vigilanza stradale.

Sulla scorta delle indicazioni impartite dal Ministero dell'Interno, è stata effettuata una verifica dell’efficienza delle misure di sicurezza già poste in essere e pianificato il coordinamento dei servizi per garantire un presidio efficace, diffuso e percepibile dalla cittadinanza.

In previsione delle consultazioni elettorali del prossimo 26 maggio, il Prefetto ha impartito le opportune direttive a tutela della sicurezza e dell’incolumità delle persone e dei luoghi, anche con riferimento alle misure di vigilanza ai seggi.

In conformità alle direttive ministeriali, è stata, infine, richiamata l’attenzione sulla necessità di intensificare i controlli sul trasporto professionale collettivo di persone, con particolare riguardo al controllo del “turismo scolastico” con autobus in servizio di noleggio con conducente, perfezionando il modello già adottato dalle Forze dell’Ordine, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Provinciale e le Polizie Locali.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori