Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Terremoto,Vescovo di Rieti: ci vuole una visione per fermare lo stallo

© Un momento della messa ad Amatrice

«L'Italia senza i borghi dell'Appennino non è più la stessa»

24/08/2019 12:59 

 

Sisma 2016, Cittareale tra ricordi e rilancio del territorio

Il terminal di Selvarotonda

In programma la S. Messa per la vittima del terremoto e cerimonia di consegna dei lavori del Terminal degli impianti sciistici di Selvarotonda

23/08/2019 09:31 

 

24 agosto 2016, CGIL CISL e UIL: noi non dimentichiamo

«Nessuno degli impegni assunti dai governi nazionali che si sono succeduti è stato realizzato»

23/08/2019 09:22 

 
 

 
   

 

 

Alfieri della Repubblica: Mattarella premia Luigi, eroe bambino di Accumoli

 


 
 
virgolette

La motivazione: Ha dato prova di coraggio nei momenti drammatici del terremoto, il 24 agosto 2016, quando, nonostante la tenera età, ha contribuito a mettere in salvo alcuni componenti della famiglia

     

dalla Redazione
domenica 24 febbraio 2019 - 12:53


C'è anche il giovane Luigi Pignoli, di Accumoli, tra i 29 nuovi giovani "Alfieri della Repubblica" insigniti degli attestati d'onore dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il giovane reatino, che oggi ha 13 anni, ma che nei tragici momenti del terremoto del 24 agosto 2016 ne doveva compiere ancora 11, si è distinto per eroismo e coraggio, portando in salvo l'intera famiglia in quella tragica notte in cui il centro del borgo che fu epicentro del sisma, e dove si trovava la casa della famiglia Pignoli, è stato letteralmente raso al suolo.

A raccontare quei momenti all'Agi, con voce ancora segnata dall'emozione, è il padre di Luigi, Giuseppe Pignoli, responsabile territoriale della Croce Rossa locale: «Ancora non mi spiego come abbia fatto un bambino di 10 anni a sfondare una porta - racconta - fatto sta che Luigi, che dormiva da solo nella sua stanza, non appena sentita la scossa si e' alzato, ha preso il suo fratellino Francesco (di due anni più piccolo, ndr) e lo ha portato fuori dalla nostra casa, situata a pochi passi dalla caserma dei carabinieri. Dopodiché è rientrato in casa, mentre tutto crollava a pezzi, ed è riuscito ad allertare, consentendo loro di uscire dall'abitazione, anche la zia e la nonna, mia madre, più il cagnolino, mantenendo una lucidità e un sangue freddo incredibili per un bambino di quell'età».

«Quella notte ero fuori per lavoro - prosegue Giuseppe - e sono arrivato ad Accumoli solo due ore dopo le 3 e 36, con il cuore in gola per l'impossibilità, in quel momento, di riuscire a mettermi in contatto con nessuno. Solo molto dopo sono riuscito a parlare con una amica di famiglia che stava ad Amatrice, e che mi ha fatto capire quanto la tragedia fosse enorme. 'È meglio che torni subito', mi disse, 'perchè qui il paese è distrutto'. Mi precipitai verso la mia famiglia, e solo alla fine riuscì a mettermi in contatto con mia madre, scoprendo che i miei figli erano riusciti a mettersi in salvo. Sono cose che non si dimenticano, e che non si dimenticheranno mai».

Anche perché Giuseppe Pignoli è cugino di Andrea Tuccio, il giovane che la notte del 24 agosto ha perso la vita nel crollo della sua casa situata proprio di fianco alla caserma dei carabinieri. Con lui sono morti la moglie, Graziella Torroni, e i figli Stefano e Riccardo, di 8 anni e appena 9 mesi. Il presidente Mattarella ha già conosciuto la famiglia Pignoli, in quanto Francesco, il più piccolo dei figli di Giuseppe e fratellino di Luigi, è il bambino che ha consegnato in regalo la maglia della Croce Rossa proprio al Capo dello Stato nella sua visita istituzionale ad Accumoli, nei giorni della tragedia.

Questa la motivazione dell'attestato: "Ha dato prova di coraggio nei momenti drammatici del terremoto, il 24 agosto 2016, quando, nonostante la tenera età, ha contribuito a mettere in salvo alcuni componenti della famiglia. Da quel giorno ha iniziato un servizio di volontariato con la Croce Rossa italiana. A questa attività si dedica tuttora con impegno, e costituisce il suo apporto all’opera di ricostruzione".

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori