Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Mafie, Sinibaldi: «La lotta quotidiana è dovere di ogni italiano onesto»

Un momento della manifestazione

Oggi il corteo contro le mafie organizzato da «Libera»

21/03/2019 12:24 

 

Amatrice: riaperta la ‘zona rossa’

© Corso Umberto I aperto al traffico

Di Berardino-Valeriani: l’area consegnata al Comune

21/03/2019 12:20 

 

Calcio, Rieti – Viterbese: denunciati due tifosi

© Lo stadio Manlio Scopigno

Due ultras viterbesi nei guai: lanciarono un sasso contro due mezzi della Polizia di Stato

21/03/2019 08:02 

 
 

 
   

 

 

Posta, furto d'auto per vendetta: arrestato un sorvegliato speciale

 

Il mezzo danneggiato
Il mezzo danneggiato

 
 
virgolette

Il trentenne trovato a giocare alle slot-machine dopo essersi schiantato contro un cancello

     

dalla Redazione
lunedì 18 febbraio 2019 - 08:27


È successo nella serata di ieri nel comune di Posta in località Villa Camponeschi. Un giovane romano, residente nel piccolo comune della provincia reatina, nel tardo pomeriggio si è reso responsabile del furto di un fuoristrada andandosi poi a schiantare poco dopo contro il cancello di una vicina proprietà, abbandonando il veicolo danneggiato ancora fumante.

La denuncia della vittima e le testimonianze raccolte, hanno permesso ai carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Cittaducale di ricostruire i fatti. Il giovane trentenne, già sorvegliato speciale nel comune di Posta, nei giorni scorsi aveva avuto una discussione per futili motivi con il proprietario del mezzo rubato, legati al prestito di una motosega a cui ha fatto seguito la promessa di una imminente vendetta.

E la promessa è stata mantenuta ieri sera allorquando il giovane asportava il Toyota Land Cruiser, con il quale, dopo un breve giro in paese, si schiantava contro il cancello di un appezzamento di terreno ove abbandonava il mezzo semidistrutto. Non contento, l'uomo si è portato in un bar del paese ove i carabinieri lo hanno rintracciato intendo a giocare alle slot-machines.

Il giovane sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, già gravato da numerosi e specifici precedenti penali, è stato quindi arrestato dai carbinieri e su disposizione della Procura della Repubblica presso il tribunale di Rieti, condotto presso la sua abitazione ove rimarrà agli arresti domiciliari in attesa di rispondere del reato di furto aggravato, danneggiamento e violazione degli obblighi imposti dalla misura di prevenzione a cui è sottoposto. Il veicolo, recuperato dai militari, è stato restituito al legittimo proprietario.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori