Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Terremoto, piccola scossa ad Amatrice

Registrata una scossa di 2.4 ML

22/04/2019 19:16 

 

Escursionista si infortuna a Cantalice, recuperato dal Soccorso Alpino

Il momento del recupero

Un 59enne di Scandicci cade sul Sentiero di San Benedetto

22/04/2019 13:53 

 

Controlli straordinari della Polizia di Stato per le festività pasquali

Servizi mirati nelle aree del centro storico di Rieti

21/04/2019 07:25 

 
 

 
   

 

 

Forestale, controlli a tappeto sul territorio: due denunce

 


 
 
virgolette

A due cacciatori sequestrati i fucili illegalmente introdotti nella riserva del Laghi

     

dalla Redazione
giovedì 31 gennaio 2019 - 19:50


Sequestrati dai Forestali di Rivodutri due fucili da caccia a due cacciatori che erano in transito con un'autovettura all'interno della riserva naturale di Lago Lungo e Ripasottile. I due sono stati fermati durante i controlli del territorio relativi all’attività venatoria e al contrasto delle azioni di bracconaggio dell’area protetta.

Gli agenti hanno fermato il mezzo in località Cornacchiaro, nelle campagne del Comune di Rivodutri, e identificato i passeggeri, due cacciatori provenienti dalla provincia di Terni, ai cui è stata contestata la violazione di introduzione di armi all’interno della Riserva. I militari hanno così sequestrato le armi, un fucile semi automatico ed una doppietta, lecitamente detenute, e il relativo munizionamento. Per loro è scattata anche la denuncia alla Procura della Repubblica di Rieti.  

In questi ultimi giorni di attività venatoria i controlli da parte dei Carabinieri della Specialità Forestale sono stati intensificati su tutto il territorio della provincia di Rieti, con particolare riferimento ai territori innevati, al fine di consentire un corretto svolgimento della caccia da parte degli appassionati a questo antichissimo sport. Numerose le sanzioni amministrative elevate relativamente, soprattutto, alla mancata annotazione del giorno di caccia sul tesserino, all’effettuazione di caccia su aree coperte dalla neve ed alla detenzione di cani senza il previsto microchip.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori