Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Carabinieri, a Passo Corese arrestati due fratelli per spaccio di stupefacenti

L'operazione risale allo scorso sabato

21/05/2019 18:05 

 

Auto si ribalta: muore donna sulla SS Salaria

Forse il manto stradale reso scivoloso dalla pioggia la causa dell'incidente

20/05/2019 18:08 

 

Terremoto, in centinaia a Montecitorio: «basta passerelle, ora agite»

Trancassini annuncia un'interrogazione urgente a Montecitorio sui costi della struttura commissariale

18/05/2019 15:29 

 
 

 
   

 

 

Arrestato dalla polizia di Stato l’autore di un omicidio avvenuto a Torino

 


 
 
virgolette

L'uomo si era rifugiato a Rieti da suoi connazionali

     

dalla Redazione
mercoledì 23 gennaio 2019 - 16:53


Agenti della Squadra Mobile della Questura di Rieti, in collaborazione con il personale della Squadra Mobile di Torino, hanno arrestato un 33enne nigeriano domiciliato nel capoluogo piemontese ma  di fatto senza fissa dimora, il quale dopo aver commesso un omicidio aveva fatto perdere le proprie tracce rifugiandosi a Rieti, in un’abitazione di suoi connazionali.

Lo scorso 19 gennaio, nel capoluogo torinese, su un letto all’interno di un’abitazione,  veniva rinvenuto il cadavere di un uomo di colore con il cranio completamente sfondato. Le lesioni al capo erano state cagionate dall’uso di un pesante “bilanciere” da palestra composto da dischi pesanti circa 50 kg.

Il cadavere veniva identificato per un suo connazionale nato nel 1985 in Nigeria, titolare di permesso di soggiorno per motivi umanitari, con precedenti per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Le indagini svolte dagli Agenti della Polizia di Stato di Torino hanno poi consentito all’Autorità Giudiziaria di emettere un decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti del nigeriano, mentre contestualmente è stata predisposta un’attività di individuazione con supporti tecnologici che ha permesso agli agenti delle Squadre Mobili di Rieti e Torino di rintracciarlo e bloccarlo nel tardo pomeriggio di lunedì scorso, nel quartiere Borgo.

L’uomo, dopo le formalità di rito svolte in Questura, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Vazia.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori