Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Porte aperte a Palazzo Potenziani

La sede della Fondazione Varrone apre le sue porte per una visita teatrale animata

15/12/2018 09:30 

 

Valle del Primo Presepe, costruiamo un presepe con i mattoncini

Nella chiesa di San Domenico un presepe con i celebri mattoncini colorati Lego®

15/12/2018 07:33 

 

Storie di sport su Didattica Luce in Sabina

Lunedì 17 la presentazione del nuovo numero

13/12/2018 13:00 

 
 

 
   

 

 

Poggio Bustone diventa presepe

 


 
 
virgolette

Un presepe in cartapesta a grandezza naturale per le vie del paese, dove il visitatore diventa parte integrante di un meraviglioso villaggio presepiale

     

di Domenico Battisti
martedì 4 dicembre 2018 - 18:01


Poggio Bustone, il primo locus france scano della Valle Santa Reatina, sempre più identificata come la Valle del Primo Presepe , tra i l 9 dicembre e il 6 gennaio torna a rivivere la fantastica esperienza del Presepe monumentale in cartapesta: “Poggio Bustone diventa presepe”. Giunto ormai alla XXI edizione ne con serva ancora intatti i valori, l’entusiasmo, la carica emotiva e l’idea or iginale di un presepe povero ispirato alle nostre radici e tradizioni.

Durante il periodo natalizio, passeggian do all’interno di questo piccolo paesi no incastonato tra le montagne, con un occhio sempre puntato verso lo stupen do panorama offerto dalla Valle Santa, sembra quasi di udire il picchiettio del martello del calzolaio che ripara un mal ridotto paio di scarpe, i passi frettolosi della donna che si appresta ad uscire di casa per andare a raccogliere l’acqua con la conca di rame o il fabbro che forgia nel fuoco i suoi ferri ardenti. Risalendo nel silenzio dei ripidi vicoli del centro storico, l’eco dei lunghi sospi ri viene interrotto dall’armonico rumore del falegname che leviga con perizia dei pregiatissimi tronch i di legno mentre, in lontananza, il suono del flauto del piffe raio che riproduce melodie antiche ac compagna un soave e leggero fruscìo di paglia inforcata dal mietitore.

Tra le varie icone suscita sicuramente grande interesse, per il profondo signifi c ato che richiama, la scena del Perdono che sembra perpetuare la presenza del Santo in questi luoghi in memoria di quel “Buongiorno Buona Gente” rivolto alla popolazione di Poggio Bustone dal poverello di Assisi nell’autunno del 1208. Tutto ciò fa solo da contorno alla scena centrale della Natività, nella piazza prin cipale del paese, dove un’umile dimora disadorna accoglie Giuseppe e Maria che tendono le mani verso il Figlio di Dio, venuto al mondo in una grotta buia e spo glia, riscaldata dalla paglia e dal fiato del bue e dell’asinello.

La presenza di elementi come la cartape sta, il legno di scarto, le tavole usate, le schegge dei tronchi, le cortecce staccate dagli alberi e le stoffe sporche e strappate, forniscono l’unica chiave di lettura, quel la d i un presepe semplice, essenziale, così come Francesco amava festeggiare il Natale. Il percorso presepiale si snoda dal cen tro storico fino a raggiungere il Piazzale delle Missioni Francescane, dove un altro monumentale presepe a grandezza natu rale si articola in varie scene tra le stanze del Romitorio Inferiore del Santuario del Perdono, p ermettendo ancora una volta al visitatore di entrare dentro l’allestimento, vivendo fisicamente la storia del Natale.

A corollario dei vari allestimenti, nume rose iniziative accompagnano il turista nel breve viaggio tra concerti, anima zione per i bambini, spettacoli itineranti, giocolieri e artisti di strada. Merita sicuramente una visita particola re il 9 dicembre, giorno dell’inaugurazio ne, dove le vecchie cantine abbandonate tornano piene di vita con il vinaiolo che pesta l’uva per ricavare del buon vino da servire al viandante o magari la fornaia che impasta l’alimento più povero e nu triente di tutti. Non potevano inoltre mancare il prodot to tipico di Poggio Bustone, la porchetta, con il laboratorio del “mastro porchetta ro”, che taglia le prelibate carni appena sfornate e il tosatore nell’ovile (ndr. ru carusinu ), a ricordo di una popolazione povera che si sostenta va anticamente sol o grazie al duro lavoro nei campi e alla pastorizia.

Tutto prende vita tracciando un sentiero di profumi e sapori lungo uno scenario paesaggistico reso estremamente sugge stivo da archi, vicoli e scorci abilmente addobbati alla scoperta dei prodotti tipi ci delle nostre terre. L'intero progetto è frutto dell ’attività di tanti volontari e ragazzi avvicinati e sostenuti d all'Associazione Culturale "Poggio Bustone a colori" , l'ordine dei frati minori del Convento San Giacomo del Perdono, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Poggio Bustone e, natur almente, dai molti giovani e volontari di tutte le a ssociazioni del territorio (Pro Loco, Banda Orchestra, CAI Sottosezione di Poggio Bustone, ASD Poggio Bustone 2014, Centro Diritti Sociali, Avis, Prodelta , Centro Diurno, Comitato Festeggiamenti per la Madonna e S.Francesco , Premio Poggio Bustone ) che, anche quest’anno, hanno partecipato all’iniziativa, garantendo continu ità, auspicando un forte rilancio turistico per il nostro paese.

Programma Natale 2018

Sabato 8 dicembre 2018
ore 15.00 - Apertura Mercatini di Natale
ore 16.00 - (Convento San Giacomo) Celebrazione della messa per l’Immacolata
ore 17.00 - Partenza fiaccolata dal piazzale delle Missioni Francescane arrivo in Piazza Nassiriya per Accensione Albero della Solidarietà

Domenica 9 dicembre
ore 15.00 - (piazza Nassiriya) Apertura Mercatini di Natale;
ore 15.30 - (Piazza Regina Elena) Inaugurazione Presepe; Canti natalizi dei bambini delle scuole di Poggio Bustone; Benedizione impartita da Mons. Domenico Pompili Vescovo di Rieti;
ore 17.00 - Visita alle cantine delle arti e dei mestieri accompagnati dalla Banda Orchestra di Poggio Bustone e distribuzione prodotti tipici;

Sabato 15 dicembre
ore 15.00 - Apertura Mercatini di Natale Animazione per bambini Arcobaleno Party con Denise

Sabato 22 dicembre
ore 17.00 Concerto di Natale Accademia Santa Cecilia organizza Comune di Poggio Bustone con il patrocinio della Regione Lazio

Domenica 23 dicembre
ore 15.00 - Apertura Mercatini di Natale;
ore 18.00 - (Chiesa - San Giovanni Battista) Concerto del Quintetto di Ottoni

Lunedì 24 dicembre
ore 11.00 - Arrivo di Babbo Natale Volante (zona atterraggio parapendii) organizzato dalla Scuola Prodelta di Claudio Papa
ore 15.00 - Apertura Mercatini di Natale; Passaggio per le vie del paese degli Zampognari
ore 24.00 - Celebrazione Santa Messa di Messa di Natale Processione e deposizione del bambinello nella mangiatoia

Sabato 29 dicembre
ore 17.30 - Coro della Vale Santa in Concerto diretto dal Maestro Elio De Francesco - Parrocchia San Giovanni Battista di Poggio Bustone

Domenica 30 dicembre
ore 17.30 Concerto di Silvia Nardelli "La Corte e il Popolo. Cammini di pastori e viandanti" Silvia Nardelli Trio A cura di San Marco aps Proloco Poggio Bustone

Domenica 6 gennaio
ore 15.00 - Apertura Mercatini di Natale;
ore 15.00 - Arrivo della Befana in Piazza Nassirya
ore 16.00 - Spettacolo di giocolerie e magiafuoco.
ore 18.00 - Concerto della Banda Orchestra di Poggio Bustone diretta dal Maestro Moreno Porazzini

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2018  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori