Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

A Poggio Moiano contro l'indifferenza

Al Teatro comunale l'incontro promosso dall’Associazione Controvento

15/02/2020 16:25 

 

La grande musica napoletana domenica a San Giorgio

Sul palco l’Ensamble Musica Napoletana

14/02/2020 09:24 

 

Teatro, al Flavio Vespasiano torna Sebastiano Lo Monaco

Sebastiano Lo Monaco

In scena il 15 e 16 febbraio «Io e Pirandello»

11/02/2020 08:47 

 
 

 
   

 

 

Alla Fiera dell'Est

 


 
 
virgolette

Gli alunni del CAT Geometri Ciancarelli di Rieti in visita al SAIE Bologna - Fiera dell'edilizia e dell'ambiente costruito 4.0

     

di Sandro Aruffo
sabato 20 ottobre 2018 - 19:42


Un po' di stupore francamente si riscontrava tra gli operatori che generosamente davano spiegazioni sintetiche ma efficaci su prodotti e lavorazioni. A volte la vulgata vede i giovani come apatici, indisciplinati e pericolosi e magari segno di una impotenza educativa che dovrebbe interrogare più gli adulti che loro.

E invece no: certo non mummie ma comunque curiosi, brillanti e dotati del giusto spirito spensierato. Li vedi quindi infilarsi in una gigantesca tubazione o provare un simulatore, camminare su una stradina la cui pavimentazione si illumina di notte grazie a misteriosi silicati che accumulano sugli inerti la luce solare.

Interessante vedere e toccare i materiali che occorro per consolidare un muro e renderlo antisismico o anche tutto il settore legato alla sicurezza: linee vita, dissipatori e imbracature, ponteggi e persino un semplice pantalone curato in tutti dettagli per poter svolgere il proprio lavoro giornaliero in modo ergonomico. Scoprire un mostro con più occhi che, viaggiando su un treno, un camion o una nave rileva forme e consistenza dei manufatti o delle pareti rocciose o degli scogli.

E poi tutte le tecnologie legate al ciclo delle acque o dispositivi per rilevare gas tossici. Un anonimo robot che applica le piastrelle si muove lento, per ora, tra lo scetticismo e la meraviglia: possibile? E una nuova frontiera che si apre. Gli adulti ricordano la Fiera di Bologna che si confonde con il mito e magari si domandano dove sono migrati i mastodonti di un tempo.

Nell'era di internet pascolano in qualche file o i loro discendenti si sono evoluti e spostati in altri luoghi. Ora stampanti 3D, focus group, gestionalI, droni, robot, simulazioni e virtuale. Vedere tutto questo dopo lo splendore dei Maestri campionesi, di Lanfranco, Wiligelmo e Antelami, studiati e gustati nei giorni precedenti tra Modena e Parma nella loro emozionante grandezza, ti fanno capire che la mattina, quando ti svegli, sei ancora in un paese meraviglioso da conoscere e amare.

 



 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori