Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

CAI Rieti, a 95 anni se ne va Sergio Tomassoni

Sergio Tomassoni

Intraprese varie iniziative per avvicinare i giovani al CAI e alla montagna

08/08/2020 15:32 

 

Rugby: Terminillo nel calendario 2021 della prestigiosa ‘Snow 5s Rugby’

Donati: «altro importante risultato nel percorso di valorizzazione del territorio»

04/08/2020 08:59 

 

Al via il tesseramento FISI per la stagione 2020-21

Nicola Tropea

Bonus e incentivi per le società laziali. Una opportunità in più per gli sci club reatini

19/07/2020 16:08 

 
 

 
   

 

 

Bike Trial, Diego Crescenzi campione nazionale ed internazionale

 

Diego Crescenzi e Giuliano Gualeni
Diego Crescenzi e Giuliano Gualeni

 
 
virgolette

Superata anche l'ultima delle sette prove in Val di Fassa

     

dalla Redazione
giovedì 11 ottobre 2018 - 16:58


Si è concluso il Campionato Nazionale di Bike Trial 2018 con l'ultima delle sette prove in Val di Fassa tenutasi lo scorso 30 settembre. Nello splendido scenario dolomitico il precorso di gara era dislocato in gran parte nel sottobosco e due sole zone invece di tipo indoor. Il reatino Diego in sella alla sua Monty M5 OS in fibra di carbonio incappava in tre penalità durante il primo dei tre giri di gara. Ne approfittava il fortissimo bergamasco Paolo Locatelli chiudendo invece ad una sola penalità.

Nei due giri restanti però cambiava musica. Il reatino Diego tirava fuori il meglio di se stesso e riusciva a non commettere più errori mentre Locatelli ancora due penalità. Totale tre penalità per entrambi, e vittoria quindi per Diego in quanto totalizzava maggior numeri di percorsi netti cioè senza penalità. E così il giovane Crescenzi diventava per l'ottava volta Campione Nazionale di Bike Trial. 

«Quest'anno nelle gare nazionali - racconta Crescenzi - ho deciso di parteciparvi affrontando la categoria junior a me superiore rispetto a quella della mia età, e sapevo fin da inizio stagione che l'impresa sarebbe stata ardua. Ho vinto sei gare su sette e quindi debbo dire che è andata davvero bene. Sono molto contento perché anche se ho conquistato il titolo per l'ottava volta, è stata comunque una grande e bella emozione».

Domenica scorsa si è invece conclusa la Coppa Europa con l'ultima gara tenutasi a Sant Fruitos de Bages a pochi chilometri da Barcellona. Un percorso di gara formato per la maggior parte da enormi rocce su un terreno molto insidioso ed in forte pendenza. Il reatino Diego, rappresentante dell'Italia, tenendo sotto controllo l'intera competizione, si piazzava al secondo posto alle spalle del fortissimo catalano Rovira. Posizione però sufficiente per Diego, che per la prima volta nella sua carriera gli faceva conquistare la vittoria dell'European Cup.

«Beh che dire, due weekend veramente indimenticabili - dice Crescenzi - anzi una stagione davvero indimenticabile. Ho vinto il Campionato Europeo, il Campionato Italiano, la Coppa Europa e mi sono piazzato al terzo posto nel Campionato Mondiale. Diciamo che mi posso ritenere soddisfatto anche se non lo nascondo, avrei voluto portare a casa anche il titolo mondiale. Perché era alla mia portata ma purtroppo non è filato tutto liscio. E' ovvio che ci proverò ancora e spero un giorno di riuscirci. Sono comunque contento anche di aver portato in alto il nome dell'Italia e della Città di Rieti. Ora intanto mi voglio godere i risultati ottenuti quest'anno e ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto, in primis le mie bici Monty risultate molto affidabili».


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori