Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Salaria, Pirozzi: il cantiere che blocca i pendolari è cosa da class action

©

Coda di 7 chilometri sulla statale per il rifacimento del manto stradale

16/09/2019 16:35 

 

Disagi sulla Salaria, interviene Trancassini

«Chiederò al Governo di impegnarsi affinché siano rispettati prima i cittadini, poi i bilanci di Anas»

16/09/2019 16:25 

 

Forza Italia, a Rieti l'incontro con i coordinatori della provincia e delle sezioni

Sul tavolo il bilancio, l'urbanistica ed i lavori pubblici, i servizi sociali, la cultura e il turismo

16/09/2019 14:29 

 
 

 
   

 

 

Amatrice, il Sindaco Palombini: «Indignato, basta passerelle»

 

Filippo Palombini
Filippo Palombini

 
 
virgolette

«Il Governo dia risposte forti e subito» dice il Primo cittadino

     

dalla Redazione
sabato 22 settembre 2018 - 14:03


«L'amico Sindaco di Camerino, Gianluca Pasqui, ieri ha detto di essere molto arrabbiato. Io non sono solo arrabbiato, sono anche indignato. Non ho nulla contro Genova, ci mancherebbe, ma se si può (come si deve) affrontare una emergenza drammatica come quella dando ad un Commissario poteri speciali mai visti prima, mi chiedo perché la stessa cosa non si possa (o non si debba) fare per l'emergenza terremoto Centro Italia e per Ischia. Possibile che ancora non si sia delineata una figura super partes cui affidare un mandato pieno? Possibile lasciare un territorio così vasto e articolato senza risposte? Possibile non capire che la gente sta male, le comunità si stanno lacerando, le persone stanno perdendo la fiducia e se ne andranno tutti? I Sindaci sono stati lasciati soli, oggi più di ieri. Basta proclami e basta promesse. Vogliamo risposte. Dico al nuovo Governo del cambiamento che si è preso fin troppo tempo per decidere, di gran lunga superiore anche di quello che è servito per decidere su Genova. E non si è deciso». Così, in una nota, il Sindaco di Amatrie Filippo Palombini

«Come sindaco di Amatrice da oggi in poi non riceverò più come istituzione delegazioni del Governo, a meno che non vengano in assemblea pubblica a dare loro le risposte che la gente aspetta da troppo tempo. Invito tutti i Sindaci del cratere a fare lo stesso, a fermare anche loro questa ormai insopportabile abitudine di fare passerelle e pronunciare false rassicurazioni. Indigniamoci tutti».

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori