Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Luoghi del Cuore, su Facebook e Instagram l'avvio della campagna per il voto

L'Ospedale vecchio

L’Ospedale Vecchio e la Chiesa di Sant'Antonio Abate tra i luoghi italiani da non dimenticare

30/05/2020 12:55 

 

Dal Flavio Vespasiano un video di augurio per la rinascita dei Teatri italiani

Michael Alfonsi

Una iniziativa dell’assessorato alla cultura del Comune di Rieti

26/05/2020 11:34 

 

Sabina Universitas, in modalità virtuale l’Open Day in Scienze della Montagna

L'innovazione presentata riscuote grandi consensi

19/05/2020 16:01 

 
 

 
   

 

 

Performance di rilievo del Musi’ trio ad ARTEr.i.e.

 


 
 
virgolette

A Cantalupo Sabino proposto un mix esplosivo di pura musica

     

dalla Redazione
sabato 8 settembre 2018 - 14:46


Un’esibizione coinvolgente svoltasi giovedì scorso nel centro storico di Cantalupo Sabino grazie alla performance del Musi’ trio, ensemble molto conosciuto e apprezzato in ambito nazionale. La musica ha accarezzato il cuore delle persone che si sono fermate ad ascoltarla nel suggestivo percorso allestito a Cantalupo Sabino in occasione di ARTEr.i.e., la Rassegna di Ipotesi Espressive giunta alla quattordicesima edizione, che si sviluppa quest’anno dal 06 al 09 settembre.

Il Musi’ trio di Maria Rosaria De Rossi (cantante), Sandro Sacco (flautista) e Paolo Paniconi (pianoforte) ha sorpreso tutti, dai più giovani agli over sessanta con un repertorio vario, dalla musica del sud dell’America e la “Sonata Latina”, per arrivare alle Colonne sonore di “Quando la musica è cinema”.

Il trio ha proposto un mix esplosivo di pura musica, che ha incantato, sia con il repertorio strumentale con Sandro Sacco e Paolo Paniconi, che ha attraversato le atmosfere Jazz di Claude Bolling, il Tango di Astor Piazzolla, sia con la splendida voce di Maria Rosaria De Rossi che ha avvolto tutto il pubblico che ascoltava tra le melodie di Violeta Parra, Antonio Carlos Jobim per arrivare a un repertorio più classico. Non c’è altro d’aggiungere se non evidenziare la bellezza della musica che ancora una volta sorprende, travolge e incanta.

 

 


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori