Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Carceri. Aggressione a Rieti, Cgil: «Sicurezza e personale le priorità»

La casa circondariale nuovo complesso Rieti

Torna alla ribalta il tema della sicurezza nelle carceri del Lazio

18/08/2018 09:01 

 

Terremoto: a Rieti nuove stazioni accelerometriche

Lo prevede un protocollo d'intesa con la Protezione civile

18/08/2018 08:59 

 

Controlli straordinari della Polizia di Stato per il Ferragosto

Un arresto e tre denunciati a piede libero

17/08/2018 07:25 

 
 

 
   

 

 

Tenta di aggredire l'ex moglie, arrestato dai carabinieri

 


 
 
virgolette

Un trentenne bloccato dai militari di Contigliano che evitano il peggio

     

dalla Redazione
venerdì 10 agosto 2018 - 11:44


Nella tarda serata di ieri i carabinieri della stazione di Contigliano hanno denunciato in stato di arresto, alla Procura della Repubblica di Rieti un trentenne reatino ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e violazione di domicilio commessi nei confronti dell’ex moglie. Qualche ora prima, infatti, l’uomo, volendo incontrare per forza la donna, aveva iniziato a tempestarla di telefonate e messaggi. Aveva poi raggiunto l’abitazione di una sua amica dove l'ex coniuge di trovava a pranzo e, al rifiuto di uscire da casa, aveva iniziato a inveirle contro.

Non pago di quello che stava facendo, il trentenne aveva forzato il cancello d'ingresso della villetta, penetrando all’interno del giardino privato. Solo il pronto intervento della pattuglia della stazione carabinieri di Contigliano, nel frattempo allertata dall’ex coniuge attraverso il 112, ha consentito di evitare il peggio, senza che qualcuno potesse rimanere ferito. Il trentenne è stato quindi bloccato dai militari e condotto in caserma per gli accertamenti.

Una volta al sicuro, l’ex moglie ha riferito ai carabinieri che, quello odierno, era solo l’ultimo di una lunga serie di maltrattamenti che era stata costretta a subire fin dal 2015, episodi che in passato non aveva mai denunciato sia per paura dell’uomo, che per tentare di mantenere unita la famiglia. A quel punto, l'uomo è stato dichiarato in stato di arresto e condotto presso l’abitazione della madre in regime di arresti domiciliari, mentre l'ex moglie ha fatto ritorno presso la propria abitazione senza riportare ferite.


 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2018  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori