Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Carceri, nuova rissa a Rieti

© Il nuovo carcere di Rieti

Sappe: il ministro Bonafede mandi gli ispettori

13/06/2019 20:38 

 

Fondi Lazio, Gdf: danno erariale per oltre 1 mln di spese

Diversi gli esponenti politici indagati in carica al Consiglio regionale del Lazio tra il 2010 e il 2013

13/06/2019 18:34 

 

Terremoto: scossa di 3.0 ad Amatrice, nessun danno ma continuano le verifiche

Epicentro Nommici ad una profondità di circa 12 chilometri

10/06/2019 16:00 

 
 

 
   

 

 

Di Battista: versato l'assegno di fine mandato, metà a terremotati

 

© Alessandro Di Battista a Rieti (FotoFlash)
© Alessandro Di Battista a Rieti (FotoFlash)

 
 
virgolette

E metà a Ong in Africa. Cristian Iannuzzi lo anticipò nel 2016

     

dalla Redazione
domenica 5 agosto 2018 - 09:08


«Ho restituito tutto il mio assegno di fine mandato, 43mila euro netti, la metà li ho destinati a progetti a sostegno della lotta alla malnutrizione in Congo, destinandoli ad un'Ong che si chiama Amka Onlus. Poi dato che si parla poco di terremotati - si parla solo di immigrazione, basta, basta - ho deciso di destinare l'altra metà alla Caritas di Rieti». Lo annuncia Alessandro Di Battista in un video su Facebook sottolineando che, oltre al Tfr, ha versato anche 3500 euro al Fondo delle pmi.

«Immaginate chi si è fatto 6-7 legislature quanto si è intascato. Dato che parlano tanto di Africa questi politici di sinistra destinassero la metà di assegno di fine mandato alle popolazioni africane. E anche la Lega, che parla dei diritti dei piccoli imprenditori, destinasse i suoi soldi a loro. Qualcosa di concreto si può fare con i soldi che prende un parlamentare. Spero che qualcuno possa seguire questo esempio», afferma Di Battista.

Ma l'esempio fu largamente superato il 25 ottobre 2016 dal deputato pentastellato Cristian Iannuzzi di Latina, allora componente dell'VIII Commissione ambiente, Territorio e Lavori Pubblici che donò, con un operazione questa volta passata in sordina, quasi 34 mila euro destinati al comune di Amatrice e finalizzati alla costruzione del nuovo ospedale.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori