Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Scomparso a Brescia, ritrovato a Rieti: sta bene Valentino Loi

Valentino Loi

Mancava dal 23 settembre scorso

20/10/2018 19:37 

 

Giovane ucciso durante una battuta di caccia al cinghiale

L'incidente é avvenuto a Santa Rufina. Colpo esploso da un compagno

20/10/2018 14:07 

 

Magliano Sabina: fugge all'alt dei carabinieri, denunciato un marocchino

20 chilometri di inseguimento finito a Taizzano del comune di Narni

18/10/2018 08:09 

 
 

 
   

 

 

Regione: approvate le delibere per la ricostruzione di Preta e Petrana

 

Preta (amicidipreta.it)
Preta (amicidipreta.it)

 
 
virgolette

Via libera alla ricostruzione direttamente da parte dei proprietari

     

dalla Redazione
martedì 10 luglio 2018 - 16:45


Dopo le deperimetrazioni delle frazioni di Musicchio e Poggio Vitellino approvate la scorsa settimana, questa mattina la Giunta regionale ha dato il via libera a quelle delle frazioni di Preta e Petrana, sempre nel Comune di Amatrice. Anche in queste aree potrà essere avviata la ricostruzione, secondo quanto richiesto nell’ambito delle osservazioni, direttamente da parte dei proprietari con tempi e procedure più snelle.

Finora sono 15 le frazioni già deperimetrate nei centri colpiti dal terremoto, dove possono iniziare i lavori di ricostruzione, in collaborazione con i Comuni interessati e il Servizio Geologico e Sismico regionale, che ha evidenziato l’insussistenza di problemi geomorfologici di rilievo in tutte le frazioni deperimetrate.

La Regione ha stabilito i perimetri urbanistici all’interno dei quali avverrà la ricostruzione post terremoto dei centri storici di 6 Comuni, tra cui Amatrice, Accumoli, Posta e di circa 60 frazioni. Queste perimetrazioni sono state definite attraverso un’accurata istruttoria tecnica tra la Regione Lazio, l’Ufficio per la ricostruzione del sisma e i Comuni colpiti dal sisma, con l’obiettivo di pianificare le opere e i relativi servizi in zone sicure dal punto di vista geologico, coinvolgendo i proprietari degli immobili distrutti o danneggiati. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2018  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori