Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

CAI Rieti, a 95 anni se ne va Sergio Tomassoni

Sergio Tomassoni

Intraprese varie iniziative per avvicinare i giovani al CAI e alla montagna

08/08/2020 15:32 

 

Rugby: Terminillo nel calendario 2021 della prestigiosa ‘Snow 5s Rugby’

Donati: «altro importante risultato nel percorso di valorizzazione del territorio»

04/08/2020 08:59 

 

Al via il tesseramento FISI per la stagione 2020-21

Nicola Tropea

Bonus e incentivi per le società laziali. Una opportunità in più per gli sci club reatini

19/07/2020 16:08 

 
 

 
   

 

 

Meeting Rieti: Tortu vince i 100 in 10 e 16, Howe torna velocista

 

Andrew Howe
Andrew Howe

 
 
virgolette

L'azzurro vince i 200 metri con vento quasi nullo in 20"73

     

dalla Redazione
domenica 13 maggio 2018 - 16:58


Il primo lampo del 2018 di Filippo Tortu è un 10"16 (+1.5) nei 100 metri. Oggi a Rieti il campione europeo under 20 dello sprint inaugura la sua stagione all'aperto in una gara praticamente senza rivali che lo proietta al traguardo ad appena un centesimo dal personal best di 10"15, ovvero il suo record italiano junior.

«Soddisfatto? Relativamente - le prime parole del giovane sprinter lombardo - Ho fatto un buon tempo e non si può non essere soddisfatti, ma ho avuto delle sensazioni diverse dal solito, forse perché si trattava dell'esordio. Ho sentito molto bene la parte tra i 20 e i 30 metri dove di solito sono un po' carente e forse l'ho pagata negli ultimi 10-15 metri. Nelle prossime tappe di Savona e Roma non vedo l'ora di poter riprovare a migliorare il personale».

Nei 400hs vittoria in 48"99 per Mario Lambrughi. Il 26enne dell'Atletica Riccardi Milano 1946 è autore di una prestazione che vale la leadership europea stagionale e che in Italia non si vedeva da quasi 13 anni: l'ultimo azzurro sotto i 49 secondi era stato, infatti, Gianni Carabelli, 48"84 l'8 luglio del 2005 a Roma. Grazie a questo risultato, il brianzolo Lambrughi si migliora di 36 centesimi, centra ampiamente lo standard per gli Europei di Berlino (49.80) e diventa il quarto ostacolista italiano all time.

A Rieti, sulla pista della città che l'ha visto crescere, il recordman italiano del salto in lungo Andrew Howe riveste i panni del velocista. All'indomani del suo 33esimo compleanno, l'azzurro si cimenta sui 200 metri che vince con vento quasi nullo in 20"73 (-0.1). L'ultima apparizione dell'atleta dell'Aeronautica sul mezzo giro di pista risale al 2016 (21"16 a Goteborg), mentre Howe non si esprimeva su un crono del genere dal 2011 agli Assoluti di Torino (20"58).








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori