Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Al via la caccia di selezione al capriolo nel territorio gestito dall’Atc Rieti2

«È un risultato lusinghiero sul piano gestionale» dichiara il presidente Gianfranco Gianni

15/09/2018 09:12 

 

Carabinieri, in Sabina ampio servizio di prevenzione

In campo 7 pattuglie impegnate, unità cinofile e utilizzo di un elicottero del 16^ NEC di Rieti

14/09/2018 14:17 

 

Rieti, al via la disinfestazione contro insetti nocivi alati

Dalle 23 alle 6 del 19 settembre prossimo

14/09/2018 14:13 

 
 

 
   

 

 

Borgorose: 50enne arrestato per truffa internazionale

 

Il mezzo bloccato dai carabinieri sulla A24
Il mezzo bloccato dai carabinieri sulla A24

 
 
virgolette

Si spacciava per una nota ditta per il commercio di prodotti ittici del centro Italia

     

dalla Redazione
giovedì 19 aprile 2018 - 07:25


È finito in manette, arrestato in flagranza di reato per truffa aggravata un calabrese, classe 1968, che si spacciava per una nota ditta per il commercio di prodotti ittici del centro Italia, e truffava produttori spagnoli per più di 100.000 euro. L'uomo, scoperto a Borgorose dai carabinieri del Comando Compagnia di Cittaducale, è stato fermato ieri in tarda serata presso il casello della a24 mentre si allontanava con ben 17.000 «colli» di prodotti ittici congelati provenienti dalla Spagna.

Fingendosi un dipendente di una nota azienda italiana per il commercio di pesce, aveva poco prima caricato sul suo autocarro con rimorchio più di 100.000 euro di merce presso la una logistica di Borgorose, ma qualcosa non ha funzionato e ad aspettarlo al casello ha trovato i carabinieri. Spacciandosi per delegato di un inconsapevole intermediario commerciale per prodotti ittici italiano, aveva contattato due grandi aziende spagnole con le quali aveva concordato la spedizione in Italia di derrate di gamberi, calamari e scampi congelati.

La merce, arrivata regolarmente in Italia presso la ditta di stoccaggio, era in attesa di essere ricevuta dall’acquirente italiano. L'uomo si è presentato sul posto con tanto di timbro falso per i documenti di viaggio e autorizzazione al carico, ha prelevato la merce e si è dileguato, lasciando gli spagnoli in attesa di un pagamento da parte di una ignara ditta italiana, che non sarebbe mai arrivato.

Il truffatore è stato tradotto presso la camera di sicurezza del comando provinciale carabinieri di Rieti a disposizione del pubblico ministero della procura della repubblica di Rieti, Francia, titolare del relativo procedimento penale. Il pesce è stato rispedito in Spagna.











 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2018  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori