Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Galleria 'Valnerina', Calabrese e Rando presentano un'interrogazione

© Giosuč  Calabrese e Lodovica Rando

I due consiglieri comunali entrano nel merito ai disagi che la chiusura della galleria sta portando ai cittadini

18/04/2018 15:38 

 

Rieti-Torano, Cicchetti: «Serve incontro urgente»

© Antonio Cicchetti

Il sindaco di Rieti scrive ad Astral, Provincia di Rieti e Regione Lazio

17/04/2018 18:45 

 

Acqua: il M5S Rieti chiede una vera integrazione del servizio

«APS deve diventare Ente pubblico e gestire anche la depurazione evitando speculazioni e possibili danni ambientali»

17/04/2018 10:00 

 
 

 
   

 

 

La Cgil chiede alle donne sabine di tornare ad essere protagoniste

 


 
 
virgolette

Oggi alle ore 16 l'incontro a Poggio Mirteto

     

di Giuseppe Manzo
sabato 14 aprile 2018 - 07:14


Oggi alle ore 16:00, nella sala della biblioteca del comune di Poggio Mirteto, intitolata al grande Peppino Impastato, le donne della Sabina saranno invitate a tornare protagoniste della vita sociale, in un importante incontro organizzato dalla CGIL. Dopo i saluti del Sindaco, Giancarlo Micarelli, apriranno i lavori: l’infaticabile segretaria della CGIL SPI locale, Grazia Lalli, e tante illustri relatrici, tra le quali l’assessore Cristina Rinaldi.

Obiettivo dell’incontro: raccontare le storie delle donne sabine e chiamarle ad attivarsi per diventare protagoniste della vita sociale. Prima del dibattito chiuderanno gli interventi i segretari della CGIL Gabriella Venezia e Walter Filippi.

Le donne sabine giovani e meno giovani sono tutte invitate ad ascoltare gli interventi e soprattutto a partecipare, facendo sentire la propria voce, perché nessuno più delle donne può raccontare la storia, non quella delle guerre e della politica, ma quella vera, fatta dai sacrifici per tirare avanti le famiglie, per sfamarle e farle vivere decorosamente, conciliando lavoro familiare e occupazioni spesso precarie, per contribuire al salario, quasi sempre insufficiente, dei mariti.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2018  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori