Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Applausi alla sfilata di moda di Amatrice

Anche così il paese prova a ripartire

19/08/2018 10:41 

 

Terminillo Circus, un successo la prima edizione

Minimoto, artisti di strada e musica il cocktail proposto ai tanti turisti

19/08/2018 08:32 

 

Cittaducale, lavori di riqualificazione alla basilica di Santa Maria di Sesto

Leonardo Ranalli

Presentato ai numerosi intervenuti il rilancio dell'area

18/08/2018 09:17 

 
 

 
   

 

 

La Ferrovia Salaria simbolo della ricostruzione

 


 
 
virgolette

Il comitato ad una conferenza nella sala stampa a Montecitorio

     

di Carlo Clementoni
giovedì 12 aprile 2018 - 09:19


L'ultima scossa di terremoto nel centro Italia non poteva che riportare d'attualità il problema della ricostruzione nei territori di Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio. Proprio per questo appare significativa l'iniziativa del Comitato Ferrovia Salaria durante una conferenza nella sala stampa della Camera dei Deputati dove si è discusso in via generale di: «Rigenerare i centri storici. Tutela, sviluppo e sicurezza strutturale».

All'evento, patrocinato dall'associazione Italia Nostra, il Comitato Ferrovia Salaria era presente con una delegazione che ha stupito la platea esprimendo un punto di vista innovativo andando oltre i piani urbanistici. E lo ha fatto ricordando i cronici disagi della rete dei trasporti nelle aree interessate dal sisma. Per il Comitato bisognerebbe affrontare il caso partendo dal concetto di ricostruzione dinamica anziché statica, favorendo lo sviluppo socio-economico in zone gravemente colpite dal fenomeno dello spopolamento fin dagli anni Cinquanta.

Non a caso l'intervento a Palazzo Montecitorio ha offerto una visione del tutto diversa, riadattando in chiave moderna la famosa frase dell'allora arcivescovo di Udine dopo il sisma in Friuli: «prima le infrastrutture e le fabbriche, poi le case, poi le chiese». Un'analisi sull'intermodalità dei trasporti ferroviari/aeroportuali doverosa e purtroppo tardiva a causa dell'ottusità della politica locale.

Tuttavia il Comitato apprezza le recenti iniziative da parte di nuovi attori politici e attende analoghe azioni anche dai partiti tradizionali. Sembra proprio che la ferrovia Salaria si candidi a diventare il simbolo della Ricostruzione.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2018  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori