Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Fanfara della Legione Leonina, a Forano la presentazione del libro di Vincenzo Masi

Un'analisi socio-antropologica dei personaggi sabini e non che parteciparono alle lotte per l'Unità d'Italia

16/06/2018 07:57 

 

Dichiarazione d’amore per l’Appennino

Paolo Piacentini

Anche a Rieti si presenta il noto libro di Piacentini

13/06/2018 09:03 

 

Dall’idea alla pratica coinvolgendo

All’Artistico si conclude l’anno con l’idea di un libro solidale

06/06/2018 09:10 

 
 

 
   

 

 

Caso David Rossi, alla sala dei Cordari il libro di Davide Vecchi

 

Davide Vecchi
Davide Vecchi

 
 
virgolette

Sono passati cinque anni dalla morte del manager di Monte dei Paschi di Siena

     

dalla Redazione
martedì 13 marzo 2018 - 09:25


«C’è una mattina ogni 364 giorni in cui ti svegli e non hai bisogno di fare mente locale perché sai benissimo che giorno è». Sono passati cinque anni dalla morte di David Rossi, avvenuta il 6 marzo 2013, eppure la moglie Antonella Tognazzi, così come i familiari, ancora aspettano una verità su quanto accaduto al manager di Monte dei Paschi di Siena.

Se non una verità assoluta, almeno una verità credibile. Perché a oggi la procura di Siena è riuscita a decretare per ben due volte che si tratta di suicidio. Ma gli errori investigativi rendono chiaramente impossibile la ricostruzione compiuta dai magistrati e poi sposata da due diversi giudici per le indagini preliminari.

Un libro di Chiarelettere a ottobre (il Caso David Rossi) e nei mesi successivi anche i servizi delle Iene hanno evidenziato tutte le incongruenze, le lacune, gli errori contenuti negli atti. L’ultimo: il gip nel secondo decreto di archiviazione ha scritto che durante le fasi investigative era stata sentita come persona informata sui fatti anche Lorenza Pieraccini, l’ex segretaria di Fabrizio Viola, all’epoca amministratore delegato di Rocca Salimbeni.

Ma in realtà Pieraccini non è mai stata sentita dagli inquirenti se non lo scorso dicembre, quasi due anni dopo dal decreto del gip. Troppi i punti interrogativi rimasti senza risposta. Uno dei tanti ‘misteri d’Italia’ destinato a finire nell’oblio senza una particolare attenzione mediatica. La presentazione del libro di Davide Vecchi che avverrà a Rieti, nella sala dei Cordari, il 16 marzo alle ore 18 darà modo di esaminare i punti oscuri di questa vicenda e di riflettere sulla necessità di ricerca della verità come diritto di noi tutti.

All’incontro prenderanno parte, oltre l’autore del libro, Antonino Monteleone, inviato de ‘Le Iene’ che ha riacceso i riflettori sulle numerose contraddizioni di questa vicenda portandola a conoscenza del grande pubblico e costringendo la magistratura all’ apertura di nuovi fascicoli di indagine, Ranieri Rossi fratello di David e il legale della famiglia, avv. Paolo Pirani. Modererà il giornalista Fabrizio Colarieti. L’iniziativa parte dall’azione spontanea del Gruppo QVSA (Quelli di Villa Sant’Anatolia).








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2018  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori