Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Un Sindaco al femminile in un piccolo Comune: Mompeo

Silvana Forniti

Esce oggi il libro di Silvana Forniti, avvocato e ex sindaco di Mompeo

10/08/2020 10:17 

 

A Rieti presentato il libro di Cipolloni

Un momento della presentazione

«Un ritratto attento e sentimentale di un’epoca importante della storia locale»

29/07/2020 19:13 

 

A Rieti il libro 'Private, venti giornaliste nel tempo sospeso'

La presentazione a Passo Corese

La presentazione del libro, edito da Funambolo, sarà a Rieti sabato 25 luglio alle ore 18 al Polo culturale Santa Lucia

20/07/2020 18:41 

 
 

 
   

 

 

Guida ai fiori del Terminillo, a Roma la presentazione del libro di Faraglia e Landi

 


 
 
virgolette

Evento culturale organizzato dalla Biblioteca Storica Nazionale dell’Agricoltura

     

di Mario Pulimanti
martedì 23 gennaio 2018 - 12:10


Giovedì 25 gennaio 2018, alle ore 15 al Palazzo dell'Agricoltura in via XX Settembre 20 a Roma verrà presentato il libro  «Guida ai fiori del Terminillo» di Enrico Faraglia e Silvano Landi, edito da Casa Editrice Pagine. All'incontro, che si terrà nella Sala lettura della Biblioteca Storica Nazionale dell’Agricoltura, interverranno gli autori del libro Enrico Faraglia e Silvano Landi.

Enrico Faraglia è istruttore nazionale della Federazione Italiana Sport Invernali, Presidente della Federazione Italiana Nordic Walking e coordinatore del centro di educazione ambientale Orienteering Terminillo. Vissuto e vive ancora in questa montagna, che lo ha portato ad amare i paesaggi e le bellezze naturalistiche; ha iniziato a fotografare tutto ciò che nasce dalla terra e che protende i suoi colori verso il cielo e in questa guida mette a disposizione dei lettori parte delle meraviglie del Monte Terminillo, augurando a tutti una visione reale, che sicuramente sarà più colorata e suggestiva.  

Silvano Landi, laureato in Scienze agrarie presso l’Università di Bologna e in Scienze forestali presso quella di Firenze, ha comandato per una lunga stagione le Scuole di formazione del Corpo forestale dello stato. Particolarmente impegnato nel settore naturalistico e giuridico-ambientale, è stato docente per l’Università degli studi di Padova e per l’Università della Tuscia di Viterbo, e  della Sabina Universitas di Rieti. È stato relatore a numerosi convegni di rilevanza nazionale e internazionale.

Presidente del Rotary Club di Rieti è stato consulente tecnico per il Ministero dell’Interno-F.E.C.  per la Foresta di Tarvisio, membro del Consiglio Direttivo del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, autore di numerose pubblicazioni sui temi naturalistici, ambientali e giuridico-ambientali. È socio dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali e membro della Società Botanica Italiana. È Console Provinciale per Rieti del Touring Club Italiano.

Tra i suoi libri: Organizzazione e tecnica della lotta contro gli incendi boschivi; Legislazione forestale ed ambientale; Tecnica di polizia giudiziaria ambientale; Alberi e arbusti della Valle del Velino; I frutti dei boschi; I fiori dell’Appennino centrale; Andar per funghi; Piante aromatiche ed erbe spontanee in cucina; Storie di piante dell’Agro Reatino; Boschi alberi uomini; Flora e ambiente dell’Isola d’Elba.

All'evento interverrà anche il direttore della Casa Editrice Pagine Luciano Lucarini. «Appena diplomato nel 1965 inizio a vendere libri (enciclopedie) con la Garzanti Editore di Milano, poi nell’ottobre 1965 esce il primo volume della “Storia della letteratura italiana” diretta da Natalino Sapegno ed Emilio Cecchi così comincio ad andare nelle scuole superiori e medie e vendere ai professori le opere della Garzanti quali la Letteratura Italiana e la Storia del Mondo Moderno della Cambridge University Press e il Geymonat di Filosofia, così, ad ogni cambio di ora potevo studiare, dalle 8.31 alle 9.20 ora in cui arrivavano i professori della seconda ora e dunque nel 1970, dopo i quattro anni canonici, mi laureavo in Scienze Politiche all’Università La Sapienza di Roma.

Appena laureato, nel settembre del 1970 andavo a Milano chiamato in direzione Garzanti, ma a gennaio, dopo essermi sposato (26 dicembre 1970) fui trasferito a Modena per sviluppare l’agenzia rimasta vuota, dove rimasi fino al 1972 anno in cui aprii, con una promozione (direttore di filiale) , la filiale nuova di Bologna in Viale dei Filopanti al 4.

Dopo un anno e mezzo ed aver realizzato i più alti risultati mai raggiunti da un ufficio della Garzanti, incontrai l’editore Antonio Marzorati con opere idonee e molto qualificate per la formazione culturale dei professori e con un fatturato modesto di 90.000.000 di lire.

Riuscii a firmare un contratto con una percentuale di mercato ed un premio del 5 % a 1.000.000.000 (1 miliardo), il 5+5 a 2.000.000.000 (2 miliardi) il 5+5+5 a 3.000.000.000 (3 miliardi) di fatturato; arrivai a 3.298.000.000 fin dal primo anno.

Nel 1992 con i figli ormai grandi fondai la casa editrice Pagine srl con le stesse basi culturali seguite dal 1976 anno in cui uscì il mio primo libro da editore “Arthur Rimbaud e la super letteratura”.

Ora curo per la casa editrice Pagine tutta la parte commerciale formando i venditori essendo la mia grande aspirazione quella di trasmettere ai giovani il mio amore per questo lavoro e la mia grande esperienza conquistata in tanti anni di professionalità e serio lavoro.

Mi ritengo un uomo fortunato perché ho detto a mia moglie di scrivere, quando morirò, “che è morto un uomo felice perché da sempre ha fatto solo e soltanto ciò che ha amato fare senza mai alcun compromesso.”

Fin dal 1976, anno in cui uscì il primo libro, ho sempre amato la Poesia ed ho sempre pubblicato libri di Poesia, organizzato eventi e concorsi poetici e fra le varie riviste edite dalla casa editrice, ci sono le riviste “Poeti e Poesia”, diretta dal grande poeta vivente Elio Pecora e “Voce Romana”, fondata da Giorgio Carpaneto e ora diretta da Sandro Bari, dove ampio spazio è riservato alla poesia nostrana, anche in vernacolo.

Da diversi anni finanzio il progetto socio-culturale “Poesia a Rebibbia”, rivolto ai detenuti del suddetto istituto penitenziario, sia maschile che femminile, organizzando corsi di poesia per gli stessi e pubblicando diversi volumi che contengono le poesie di quest’ultimi, donandoli poi alla biblioteca del carcere».

Ingresso libero.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori