Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Terremoto, Martina: importante non dimenticare queste realtà

Maurizio Martina ad Amatrice

Oggi la visita: «Mentre qualcuno si perde nei curriculum noi siamo ad Amatrice»

23/05/2018 18:11 

 

Gazebo della Lega Rieti davanti al Centro Commerciale Perseo

(foto Ansa)

Sottoposto alla cittadinanza il contratto di governo Lega – M5S

20/05/2018 08:28 

 

Federlazio Rieti incontra gli assessori regionali Manzella e Di Berardino

Davide Bianchino

Bianchino: «Gli assessori regionali ci aiutino a risolvere annose problematiche del territorio»

18/05/2018 18:56 

 
 

 
   

 

 

Regionali, Pirozzi: vado avanti, la gente mi vuole bene

 

Sergio Pirozzi a Roma
Sergio Pirozzi a Roma

 
 
virgolette

«Oggi sarò a Primavalle, la gente mi apre le case, mi fa entrare, mi incita ad andare avanti»

     

dalla Redazione
giovedì 11 gennaio 2018 - 13:12


«Io vado avanti forte del consenso popolare. Non penso che candidarsi sia un reato, certo ritengo paradossale che in prossimità di una elezione importante come quella per la Regione Lazio, che è la seconda regione italiana per Pil, ancora si sfogli la margherita. Sembra che il 4 marzo ancora noi coincida con l'ingresso di questa stagione. Ed è un po' strano».

Così Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice e candidato alla presidenza della regione Lazio, a "6 su Radio 1".

«Io vado avanti. Gasparri un mio rivale? Maurizio è una brava persona e un bravo senatore, credo debba continuare a farlo, ma è una valutazione personale da sindaco, da amministratore, ma non è una scelta mia. Oggi sarò a Primavalle, la gente mi apre le case, mi fa entrare, mi vogliono bene, mi incita ad andare avanti. E io lo faccio perché sono una persona seria e sarebbe paradossale se oggi rinunciassi in cambio di qualcosa. Se avessi voluto andare in Parlamento lo avrei già fatto, me lo hanno offerto in tanti. Ma nella mia vita sono abituato ad andare controcorrente, a metterci la faccia. E penso che la Regione Lazio abbia bisogno della Scossa dello Scarpone, visto che negli ultimi anni è stata relegata quasi al ruolo di Cenerentola» ha aggiunto.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2018  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori