Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Bonaccorsi, grande partecipazione di pubblico al festival delle Valli Reatine

«Grazie a tutte le istituzioni locali che hanno condiviso con noi la costruzione del primo Festival delle Valli Reatine»

05/08/2019 18:33 

 

Regione Lazio: al via il primo festival delle Valli Reatine

Dal 3 al 4 agosto un viaggio tra parole, cammini, sapori e tradizioni

27/07/2019 07:09 

 

A Poggio Bustone la Fiera delle Arti e dei Mestieri

Poggio Bustone

Un importante momento d'incontro tra le varie comunità della zona. Tutti in fiera alla ricerca della ghiotta occasione

09/07/2019 19:11 

 
 

 
   

 

 

Rieti e la Valle Santa nelle pagine di 'Itinerari e luoghi'

 

© La copertina di 'Itinerari e luoghi'
© La copertina di 'Itinerari e luoghi'

 
 
virgolette

Ampio spazio ad un territorio tanto sconosciuto quanto ricco ed inaspettato

     

di R. G.
martedì 19 dicembre 2017 - 12:43


A Natale alcuni regali arrivano inaspettati. Tra questi uno particolare lo ha ricevuto la città di Rieti e la Valle Santa da parte di una brava giornalista e di un fotografo eccezionale: Federica Botta ed Alessandro De Rossi. I due hanno effettuato in viaggio in terra reatina innamorandosi di entrambe.

Nell’ultimo numero della rivisita turistica “Itinerari e luoghi” in un articolo di 12 pagine, dal titolo “Ombelico d’Italia” raccontano i luoghi, la storia e le emozioni vissute alla scoperta di un territorio tanto sconosciuto quanto ricco ed inaspettato. Il viaggio inizia dalla Rieti Sotterranea… felice risultato di costruzioni romane, ampliate tra il Medioevo e il Rinascimento, con l’opera persino del Borromini e del Bernini giovanissimi apprendisti presenti in città e già in competizione per la benevolenza papale.

Una via di collegamento tra le mura ed il centro, con le case che cominciano ad allagarsi sopraelevate come in una palafitta e tutto un mondo sotterraneo di traffici e commerci, passando per vicoli bui e strade ipogee… la nostra guida ci racconta di una Rieti “santa e salvifica” quella della madre di tutte le madri, la Rea Silvia di Romolo e Remo, delle belle e morigerate Sabine che i primi Romani vollero come spose e di San Francesco che qui cercava spiritualità e pace. La stessa tranquillità ricercata dai pontefici, che a più riprese si rifugiarono a Rieti e che portarono con sé artisti, letterati, potere ed intrighi.

Ma è proprio al Poverello che è dedicato la spazio maggiore dell’articolo, con il presepe di Greccio e Giovanni Velita, che cercava inutilmente di convincere il Serafico di Assisi a desistere dalla sua intenzione di creare il primo presepe vivente delle storia. Seguono, tra le pagine patinate, leggende, miti, misteri ed un itinerario che si snoda tra le vie di Rieti fino a raggiungere il santuario di Fonte Colombo, il Sinai francescano.

Non manca un articolato ed utile block notes con soste golose, appuntamenti e suggerimenti interessanti. Il tutto intramezzato da artistiche fotografie capaci di trasmettere magiche emozioni. Una importante finestra per il territorio Reatino raccontato con sensibilità e tanta bellezza.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori