Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Pulizia strade Terminillo, divieto di sosta su via Villini

Dalle ore 6 di domani mattina e fine a termine lavori

26/04/2018 14:46 

 

Provincia: Cossu, difendiamo l'ambiente e l'agricoltura in Sabina

©

Ritirata la mozione sull'impianto per la produzione di biometano a Ponzano

26/04/2018 14:44 

 

Taglio del nastro per i Giardini Vincentini

Il taglio del nastro

Dal dopoguerra sede prestigiosa della Prefettura di Rieti

26/04/2018 14:39 

 
 

 
   

 

 

Onda premia gli ospedali «in rosa»

 

Paolo Anibaldi e Marinella D’Innocenzo
Paolo Anibaldi e Marinella D’Innocenzo

 
 
virgolette

Due i Bollini rosa assegnati al Centro di Senologia dell’Ospedale de’ Lellis

     

di A. B.
mercoledì 6 dicembre 2017 - 19:07


Il Centro di Senologia dell’Ospedale de’ Lellis ha ricevuto oggi da Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna, 2 Bollini Rosa sulla base di una scala da uno a tre, per il biennio 2018-2019, per gli obiettivi raggiunti nel percorso senologico. L’Unità di senologia, centro regionale carcinoma mammario, è tra le eccellenze dell’Ospedale provinciale di Rieti.

L’ambito riconoscimento è stato ritirato questa mattina a Roma, presso la sede del Ministero della Salute, dal referente aziendale dottor Fabrizio Liberati. I Bollini Rosa sono il riconoscimento che Onda, da sempre impegnata sul fronte della promozione della medicina di genere, attribuisce dal 2007 agli ospedali attenti alla salute femminile e che si distinguono per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali malattie delle donne.

La valutazione delle strutture ospedaliere italiane e l’assegnazione dei Bollini Rosa è avvenuta tramite un questionario di candidatura compilato a maggio 2017, composto da oltre 300 domande suddivise in 16 aree specialistiche e validato da un apposito Advisory Board multidisciplinare. Un’apposita commissione multidisciplinare, presieduta da Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, ha validato i bollini conseguiti dagli ospedali nella candidatura considerando gli elementi qualitativi di particolare rilevanza e il risultato ottenuto nelle diverse aree specialistiche presentate.

Tre i criteri di valutazione con cui sono stati giudicati gli ospedali candidati: la presenza di aree specialistiche di maggior rilievo clinico ed epidemiologico per la popolazione femminile, l’appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici e l’offerta di servizi rivolti all’accoglienza e presa in carico della paziente, come la telemedicina, la mediazione culturale, l’assistenza sociale.

«Sono soddisfatta per il risultato raggiunto - spiega il Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo. Finalmente questa Azienda è riuscita a far emergere l’alta competenza specialistica coniugata all’attenzione alla paziente e al suo benessere complessivo declinata al femminile. Un lavoro silenzioso ma instancabile, che in questi anni nessuno mai aveva realmente valorizzato e promosso».








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2018  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori