Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Rieti, contro l'apertura della ZTL una raccolta firme

© Uno dei varchi al centro storico

«Non favorirà i pochissimi commercianti presenti» dicono dall'associazione 'Il Cancello'

20/11/2017 18:30 

 

Amatrice, giornata di solidarietà per i terremotati

© Elisa Isoardi

Elisa Isoardi incontra il sindaco Pirozzi e consegna 30 turbine spazzaneve destinate alla popolazione

20/11/2017 09:32 

 

Cittaducale: trentenne di Rieti sorpreso a rubare rame in una fabbrica. Arrestato

Il materiale recuperato

Si era già impossessato di circa 3 quintali di rame dall’impianto dell'ex Alcatel

20/11/2017 08:05 

 
 

 
   

 

 

Scuola occupata, Cossu e Marinangeli: soluzione aule non più rinviabile

 


 
 
virgolette

Gli esponenti di Fratelli d'Italia si appellano al senso di responsabilità di istituzioni e studenti del polo didattico di Passo Corese

     

dalla Redazione
venerdì 10 novembre 2017 - 19:08


«La Provincia di Rieti non riesce a rispondere alle necessità che emergono nel territorio. Sono troppe e vecchie le criticità denunciate dagli studenti in questi giorni a Rieti come a Passo Corese. Insieme al disastro della viabilità, l'edilizia scolastica è l'altro grande fallimento della pseudo riforma voluta fortemente da Renzi e firmata da Delrio, i quali pensavano di far scomparire le amministrazioni provinciali con la bacchetta magica dimenticando però che strade e scuole qualcuno le deve pur gestire e servono anche le risorse per farlo».

È l'attacco del consigliere provinciale Marco Cossu (Fratelli d'Italia), che ieri ha visitato il polo didattico di Passo Corese per incontrare gli studenti dell'Istituto di istruzione superiore "Aldo Moro", occupato in segno di protesta nei confronti dell'amministrazione provinciale, che tarda a fornire risposte concrete al problema degli spazi insufficienti per la normale attività didattica.

«Ho parlato con i rappresentanti degli studenti - dichiara Cossu - ai quali ho manifestato solidarietà e disponibilità per sostenere la loro battaglia; li ho invitati ad interrompere l'occupazione che, seppur motivata, è sempre un'azione sbagliata. Ho già depositato un'interrogazione per sollecitare l'amministrazione provinciale a superare l'emergenza immaginando una soluzione valida anche per il futuro, considerato che a Fara in Sabina è già in corso un prevedibile sviluppo economico e demografico».

«Il polo didattico, seppur di competenza provinciale - aggiunge Marco Marinangeli, portavoce di Fratelli d'Italia a Fara in Sabina - è parte integrante della nostra città e merita tutta la nostra attenzione. Le criticità della struttura sono molte ma la realizzazione delle nuove aule è una necessità non più rinviabile. Mi unisco all'appello del consigliere provinciale Cossu affinché gli studenti compiano un atto di grande responsabilità interrompendo l'occupazione. L'amministrazione provinciale non può più tentennare nell'individuare una soluzione valida da subito».








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2017  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori