Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Regionali, Parisi: daremo vita ad un grande piano infrastrutturale

Stefano Parisi

«Come si può sviluppare il turismo locale se non ci sono strade fruibili?»

23/02/2018 19:44 

 

Lazio, Righini: «Sanità da rifondare, bene le nuove proposte di Parisi»

Giancarlo Righini

«Basta con i tagli dei posti di lavoro e dei posti letto»

23/02/2018 19:34 

 

A Rieti Matteo Salvini

Matteo Salvini

Il prossimo lunedì 26 alle ore 12 presso la Sala dei Cordari

23/02/2018 12:53 

 
 

 
   

 

 

Deviazione del fiume Salto, risposta all'interrogazione della consigliera Rando

 


 
 
virgolette

Oggi il sopralluogo nel cantiere della Rieti-Torano per verificare lo stato dei fatti

     

di Matteo Carrozzoni, presidente Commissione LLPP e Consigliere com
mercoledì 11 ottobre 2017 - 19:04


A seguito della interrogazione della consigliera Rando, mi sono recato presso il cantiere della Rieti-Torano per verificare lo stato dei fatti, temendo possibili ripercussioni per il territorio.

Dopo aver effettuato un sopralluogo, accompagnato da Federico Quattrini, titolare della ditta Quattrini Srl, appaltatrice dei lavori e supportato telefonicamente dal direttore dei lavori ingegner Sergio Violetta, ho potuto constatare che i lavori di completamento della Rieti Torano in zona Grotti, rientrano tra le opere di completamento del II lotto già approvato nel corso della precedente consiliatura e possiedono tutte le autorizzazioni ed i pareri positivi da parte di Asl, Arpa, Ardis e ufficio Ambiente della Regione Lazio, con annessi studi paesaggistici, indagini vegetazionali, analisi dei campioni di terreno e quanto necessario, documenti disponibili e consultabili presso l'ente Provincia di Rieti e non fanno parte dei progetti in discussione nella conferenza dei servizi dello scorso 21/07/2017 convocata da Astral, per i quali il sindaco Cicchetti ha espresso parere negativo.

La “deviazione del fiume Salto” denunciata dalla consigliera del M5S è in realtà una traslazione laterale di pochi metri dell’alveo, parallela al precedente corso fluviale, autorizzata da Ardis, che serve a concedere lo spazio necessario alla realizzazione del rilevato stradale della Rieti-Torano e alla realizzazione di una strada bianca di servizio per il traffico locale, evitando così che queste nuove infrastrutture vadano a coprire l’alveo esistente e scongiurandone l’intubazione.

Questa traslazione non solo non creerà il “notevole ed irreversibile impatto ambientale e paesaggistico” paventato dalla Rando e sconfessato da tutte le necessarie valutazioni positive e autorizzazioni, ma preserverà le condizioni ambientali preesistenti, grazie alla piantumazione delle specie floreali presenti in alveo e garantirà maggiore sicurezza in previsione di potenziali esondazioni in quanto l’alveo di nuova realizzazione risulta sovradimensionato rispetto al precedente.

Per quanto riguarda i brevi tratti di intubazione attualmente presenti, questi risultano essere solo momentanei e funzionali al cantiere e all’attraversamento dei mezzi meccanici impegnati nei lavori e saranno rimossi al termine degli stessi.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2018  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori