Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Regione, 203 sindaci firmano l'appello: con Zingaretti per un Lazio più forte

Nicola Zingaretti

«Sanità, trasporti, economia per una Regione più competitiva a livello nazionale e internazionale» si legge nel sito

21/11/2017 15:10 

 

Scuola, Rosati: «Risultato positivo aggregazione istituti Marconi-D'Angeli»

Letizia Rosati

Operazione vantaggiosa per i tre Comuni che insistono sull’istituto D’Angeli

21/11/2017 09:30 

 

Fratelli d'Italia, domani il secondo Congresso provinciale

©

Sul palco Matteo Carrozzoni, Marco Marinangeli, Marco Cossu, Daniele Sinibaldi e Paolo Trancassini

18/11/2017 21:03 

 
 

 
   

 

 

Rinaldi: Acea smetta di prendere in giro una comunità che attende di essere risarcita

 

© Giuseppe Rinaldi
© Giuseppe Rinaldi

 
 
virgolette

Acqua: oggi l'ennesimo ricorso di Acea Ato2

     

dalla Redazione
mercoledì 9 agosto 2017 - 19:37


«Questa mattina presso la segreteria tecnica dell'Ato 3 è stato notificato l'ennesimo ricorso al Tar contro la delibera della Giunta della Regione Lazio che sanciva in maniera equivocabile le tempistiche e le modalità del ristoro economico per lo sfruttamento delle sorgenti Le Capore- Peschiera da parte dell'Area metropolitana di Roma. Un ricorso che va ad ingrossare la pila di quelli ricevuti nei mesi scorsi e che, tra l'altro, va in palese contraddizione con la norma fatta dal Consiglio regionale del Lazio la settimana scorsa che rende obbligatorio la stipula delle Convenzioni di interferenza d'ambito tra gli Ato e prevede termini perentori per il commissariamento degli Ato inadempienti, come in questo caso Ato 2». Lo dichiara il presidente della Provincia di Rieti e coordinatore dell'Assemblea dai sindaci dell'Ato 3, Giuseppe Rinaldi.

«Il ricorso questa volta è a firma della società Acea/Ato2 e, avendo finito gli aggettivi per descrivere i comportamenti di tutti gli attori di questa vicenda, chiediamo - aggiunge - che almeno abbiano la decenza di evitare di continuare a prendere in giro una comunità che da anni attende di essere risarcita per i disagi che deve sopportare affinché Roma e i romani possano avere quotidianamente acqua potabile».

«Leggere, infatti, sulla stampa nazionale le dichiarazioni dell'amministratore delegato di Acea, Stefano Donnarumma, su possibili investimenti per il raddoppio di un acquedotto che parte e attraversa il nostro territorio e il giorno dopo ricevere un ricorso che calpesta i sacrosanti diritti di quello stesso territorio, ritengo sia inqualificabile, così come - conclude Rinaldi - è inaccettabile l'atteggiamento di tutti coloro che in questi anni si sono battuti e hanno fatto un punto qualificante del loro programma di governo la pubblicizzazione della gestione del servizio idrico e ora tacciono, firmando però anche loro i ricorsi».








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2017  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori