Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Mep Radio, Comune di Terni: diretta del Consiglio comunale

Palazzo Spada

Si potrà seguire la trasmissione anche in streaming audio

22/10/2017 19:10 

 

A Posta il primo concorso dei mieli dell’Alta valle del Velino

Un evento dell’associazione Apicoltori dell’Alto Lazio, in collaborazione con il Comune di Posta e la Regione Lazio

20/10/2017 19:54 

 

Coldiretti Lazio, alla guida della federazione arriva una donna

Sara Paraluppi

È Sara Paraluppi, dirigente confederale. Subentra a Aldo Mattia

20/10/2017 19:49 

 
 

 
   

 

 

Tra realtà e destino, i dubbi dell'essere umano

 


 
 
virgolette

Quando poi sprofondi nei pensieri, nelle riflessioni e nell'analisi della vita passata

     

di Tommaso Paparusso
giovedì 13 luglio 2017 - 10:11


A volte la vita si propone con un suo strano biglietto da visita, presentando la sua amara sorpresa. L'incredulo destinatario, avanzando i propri dubbi, nell'integrità della sua persona, vista l'assurdità del suo contenuto immagina inizialmente che l'indirizzo trascritto potrebbe essere sbagliato.

Che cosa avrò fatto, si chiede l'interessato per meritare tanto? Ecco che i pensieri, le riflessioni, l'analisi della vita passata, i dubbi iniziano la loro danza stressante nella mente di chi inaspettatamente si trova coinvolto in una situazione non voluta, né cercata, ma improvvisamente arrivata.

Tutto questo però pone innumerevoli domande, tra cui la considerazione, anche se risaputo, che nel mondo siamo soltanto e veramente dei numeri, adesso dei codici fiscali, che inseriti in un bussolotto, dopo qualche anno, nella lotteria umana rimaneggiata, purtroppo potrebbe succedere di essere estratti in questa strana tombola divina, dove non ci sono premi, bensì penali da pagare per chissà quale sconosciuta colpa impropriamente addebitata da espiare.

La realtà che sconcerta e che ti fa pensare che come sulla Terra di pari passo anche il Cielo si sia allineato allo stesso metodo di giudizio di comune applicazione, che la legge è uguale per tutti e non tutti siamo uguali per la legge. Qualcuno potrebbe dire è il destino.

Allora vuol significare che ognuno di noi è giustificato nei suoi comportamenti nel bene e nel male e non è responsabile delle proprie azioni, perché il numeretto a lui assegnato nel Creato, era tutto destinato. Non abbiamo più nulla cui credere. Le misere regole della Terra si propongono nel Creato. C'è chi nasce per soffrire, altri per gioire. Forse è proprio il mondo che va in rovina.

La congiunzione astronomica tra Terra e Cielo inizia a essere drammatica. Non siamo più protetti. Abbiamo perso anche i nostri bodyguard celesti: gli angeli custodi. Invano si cerca la loro presenza, probabilmente anche loro codificati, per il beneficio di alcuni eletti o raccomandati che possono conoscere il loro PIN per essere rintracciati.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2017  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori