Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Rieti, schede elettorali: il Csm chiede rapporto a Panzani

Sulla vicenda attesa una relazione dal presidente della Corte d'appello di Roma

20/10/2017 14:15 

 

Contigliano e l'Arma dei carabinieri ricordano Maurilio Polletti

Maurilio Polletti

Il maresciallo capo dei carabinieri scomparve il 26 dicembre del 2006 in un incidente di montagna

20/10/2017 14:05 

 

Rieti, vendita di prodotti alimentari etnici: due denunce

I carabinieri di Rieti sequestrano nel capoluogo 150 chili di merce

20/10/2017 11:45 

 
 

 
   

 

 

Terremoto, Pirozzi: «Selfie tra macerie? La prossima volta porterò un bastone»

 

© Sergio Pirozzi (FastClick)
© Sergio Pirozzi (FastClick)

 
 
virgolette

Userò quello mandato da uno stregone del Burkina Faso

     

dalla Redazione
martedì 18 aprile 2017 - 12:51


«La mamma degli imbecilli è sempre incinta, altrimenti saremmo tutti uguali, l'umanità' non avrebbe problemi. Quelli che ho cacciato via erano ragazzi. Si cerca di esorcizzare il tutto, poi ogni tanto riescono fuori le immagini, il dolore, la sofferenza, e magari trovi il giorno in cui il sindaco gira. L'ho beccati, loro non se l'aspettavano, non sapevano chi fossi, quando mi sono presentato sono diventati rossi».

Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, intervenuto ai microfoni di ECG su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano, è tornato sulla questione selfie tra le macerie nelle zone di Amatrice colpite del terremoto.

«C'è uno stregone del Burkina Faso che mi ha mandato un bastone che a suo dire serve per scacciare gli spiriti maligni - ha detto Pirozzi -, la prossima volta lo porto e se mi ricapita una tortorata al giorno leva il selfie di torno...».








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2017  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori