Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia

I carabinieri forestali ancora una volta impegnati nel rilevare lo stato di salute delle foreste reatine

Gli agenti all'opera

La tutela e difesa dell’ambiente passa anche per lo studio dei nostri boschi

29/09/2021 11:12 

 

Vigili del fuoco, ritrovato il 78enne disperso a Turania

L'uomo ritrovato questa mattina

L’uomo questa mattina stava percorrendo un sentiero

29/09/2021 11:07 

 

Partite questa mattina le prime terze dosi agli over 80 anni del Lazio ospiti nelle RSA

La signora Valentina

Entro qualche giorno avvio somministrazione anche ad operatori sanitari e estensione a tutti gli over 80

28/09/2021 12:33 

 
 

 
   

 

 

Sisma, Cittareale: il sindaco chiede moduli abitativi per gli allevatori

 

© Cittareale
© Cittareale

 
 
virgolette

«Non possono abbandonare il territorio» è l'allarme lanciato da Nelli

     

di A. M.
lunedì 31 ottobre 2016 - 10:13


Moduli abitativi per gli allevatori che devono fronteggiare l'inverno e continuare la propria attività. Lo ha chiesto alla Dicomac il sindaco di Cittareale, Francesco Nelli, all'indomani dell'evento sismico delle 7:41 di magnitudo 6.5 che, questa volta, ha danneggiato seriamente l'intero territorio comunale.

«Per ragioni di sicurezza stiamo spostando le famiglie - spiega Nelli - ma c'è chi deve rimanere qui. Mi riferisco ai tanti allevatori che devono poter continuare a seguire i capi di bestiame, numerosissimi nel nostro territorio».

Cittareale, inserita da subito nel cosiddetto cratere sismico del 24 agosto scorso, era scampata finora a tutta la serie di scosse. Nel comune c'erano stati alcuni crolli, lesioni agli stabili più datati, ma niente di quanto registrato, ieri, dopo la forte scossa con epicentro a Norcia. «Gli allevatori - sottolinea il sindaco di Cittareale - non possono assolutamente lasciare il territorio perché non possono abbandonare gli animali, stalle e tutta l'attività allevatoriale che da sempre contraddistingue questo territorio montano. È la loro professione, la loro vita».

Altra richiesta alla struttura sovra regionale di supporto ai centri istituiti a livello provinciale o intercomunale - Dicomac - è stata quella dell'istituzione di una mensa sociale aperta a tutti i cittadini residenti a Cittareale, gestita dal Dipartimento della Protezione civile, per fronteggiare il forte disagio delle popolazioni per l'impossibilità di accedere alle abitazioni danneggiate.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su

Share on Whatsapp
           
           

 


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2021  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori