Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Un Sindaco al femminile in un piccolo Comune: Mompeo

Silvana Forniti

Esce oggi il libro di Silvana Forniti, avvocato e ex sindaco di Mompeo

10/08/2020 10:17 

 

A Rieti presentato il libro di Cipolloni

Un momento della presentazione

«Un ritratto attento e sentimentale di un’epoca importante della storia locale»

29/07/2020 19:13 

 

A Rieti il libro 'Private, venti giornaliste nel tempo sospeso'

La presentazione a Passo Corese

La presentazione del libro, edito da Funambolo, sarà a Rieti sabato 25 luglio alle ore 18 al Polo culturale Santa Lucia

20/07/2020 18:41 

 
 

 
   

 

 

Oh che bel castello!

 

Armando Verna
Armando Verna

 
 
virgolette

L'incastellamento di Ricetto Sabino nel libro di Armando Verna presentato all'Auditorium

     

di Sandro Aruffo
domenica 22 maggio 2016 - 07:57


Quando pensi ad un castello magari può venire in mente la visione un po' romantica di ponti levatoi e mura merlate, di principesse e re, di storie d'amore. Si, anche questa è una storia d'amore, quello per la propria piccola patria. Il proprio paese, come magari ce ne se sono tanti.

Ma la ricerca di come questo ha potuto attraversare la storia navigando nei secoli e si è imbattuto con popoli ed eventi e come la sua avventura si incastona in quella matrice comune ai nostri insediamenti, incuriosisce ed affascina chi vuole documentare questo viaggio ed avere conferme del filo segreto che attraversa i secoli. Il prof. Tersilio Leggio pennella con tratti leggeri la storia, facendo percepire i normanni che risalgono la penisola e i longobardi che invece, scendendo da nord, lasciano la loro impronta.

E i saraceni incombono, percorrendo le vallate insidiosi e rapaci. In questi confini labili e porosi le città vengono assaltate e dirute, anche se la Chiesa Reatina riesce a gestire in qualche modo questo mare di eventi con la sua piccola nave ed a essere un riferimento rassicurante. In quei secoli l' incastellamento di molti centri permise di costituire quello che oggi potremmo definire un network che collegava torri e centri abitati che comunicavano tra loro allertandosi e organizzandosi nelle varie situazioni.

Il dott. Pietro Carrozzoni, autore della prefazione, tratteggia i percorsi più remoti che vedevano uomini e greggi tracciare percorsi tra gole impervie e guadi rischiosi e, stagione dopo stagione, allisciare le pietre dei tratturi e solcare i prati incidendo sentieri. Nei punti di sosta delle transumanze potevi avere un ristoro e trovare un "receptum" in località sicure dove ristorare uomini e animali, avere l'opportunità di rivolgersi alla tua divinità o, in epoca cristiana, trovare la "plebs" dove riunire il popolo a pregare.

Armando Verna colloca la sua Ricetto su queste tracce presentando all'auditorium Varrone il suo libro "L'Incastellamento di Ricetto Sabino" edito dalla Imagon di Roma sulla cui copertina è riportata una accattivante immagine dell'antico centro, proveniente da un catasto onciario di Paolo Vulpiani di Torre di Taglio e, in allegato, la mappa degli antichi sentieri redatta dal dott. Daniele Alicicco. Un piccolo ma prezioso volumetto che documenta efficacemente questo percorso.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2020  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori