Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Untitled
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Turismo, l'itinerario di Rieti da scoprire nella giornata internazionale delle guide turistiche

Palazzo Vecchiarelli

Giovannelli:« Vogliamo continuare ad aiutare gli orfani di Amatrice attraverso la bellezza di Palazzo Vecchiarelli, simbolo di Rieti»

12/02/2018 18:31 

 

Rieti e la Valle Santa nelle pagine di 'Itinerari e luoghi'

© La copertina di 'Itinerari e luoghi'

Ampio spazio ad un territorio tanto sconosciuto quanto ricco ed inaspettato

19/12/2017 12:43 

 

Sagra della trota e del gambero di fiume a Rivodutri

Torna l'appuntamento con i prodotti tipici gastronomici alla sorgente di Santa Susanna

25/07/2017 14:01 

 
 

 
   

 

 

Porte aperte per Palazzo Bonaccorsi

 

Palazzo Bonaccorsi
Palazzo Bonaccorsi

 
 
virgolette

Visite guidate con la 'Rieti da scoprire'

     

di R. G.
sabato 2 aprile 2016 - 13:51


Apre le porte ai turisti palazzo Bonaccorsi, una lussuosa residenza Sabina. Ubicato a Castel San Pietro, un delizioso borghetto sabino, poco distante da Farfa, il palazzo edificato sui resti di una villa romana già di proprietà dell’imperatore Diocleziano, venne rimaneggiato in una struttura difensiva. Furono gli Orsini, frequentatori della zona per le battute di caccia, a trasformare l’edificio in residenza signorile affacciata sulla Valle del Farfa.

Nel Seicento il palazzo passò ai marchesi Mattei i quali riempierono il preesistente fossato che aveva avuto nel Medioevo funzioni difensive. Negli anni l’edificio baronale ha preso il nome delle famiglie che ne detenevano il potere fino all’ultima: i Duranti Valentini o Bonaccorsi. I Bonaccorsi, famiglia illustre, ha dato un tocco signorile a questa residenza, stile che si manifesta nelle decorazioni parietali delle numerose stanze di visita.

Dopo la sala delle armi, si incontra la sala degli stemmi dove tra i riferimenti araldici degli Orsini, dei Mattei dei Duranti Valentini e Boncaccorsi si ammira un San Sebastiano, patrono di Castel San Pietro, molto insolito con lunghi capelli e baffi le cui nudità sono ricoperte da un ricco manto rosso ed azzurro. Segue la cosiddetta stanza di Raffaello dove è presente una riproduzione di una Madonna con Gesù Bambino e San Giovanni Battista, famoso quadro dell’artista, che trasmette serenità, compiutezza e dolcezza come tutte le opere del grande pittore.

La sala delle feste, la più grande ed imponente dell’edificio presenta un grande affresco rappresentante Roccantica, paese d’origine dei Duranti Valentini e Castel San Pietro. Sorprendono le decorazioni delle altre sale, realizzati da una mano esperta con affreschi paesaggistici fantastici, di grande impatto, e soffitti a cassettoni.

Spesso le decorazioni sembrano fondersi in modo mirabile con il vero cielo azzurro e il paesaggio circostante, che le finestre della lunga fila di stanze offre quasi all’infinito fino ad osservare, nelle giornate più limpide, la cupola della basilica di San Pietro. Roma è vicina e domina anche i panorami sabini!

Palazzo Bonaccorsi è visitabile ogni sabato alle ore 17:00 ed ogni domenica lle ore 11:00. Info e prenotazioni : Rieti da Scoprire 0746.296949, 347.7279591, rietidascoprire@vodafone.it Costo della visita € 10 p. p. durata un’ora e 30 minuti.








 

 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   
 




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2019  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori