Mep Radio

Quotidiano d'informazione

Politica Attualità Cronaca Cultura 10 Righe Interviste Costume Libri Sport Turismo Ristoranti Motori Cinema
Photogallery Videogallery
   Cerca una notizia
tutte le notizie di: oggi | ieri | l'altro ieri | di una data specifica
 

Uil Trasporti: niente stipendio per i lavoratori della ditta Gest.A

«Chiediamo a voce alta l’intervento del presidente e dell’amministrazione tutta responsabile»

24/04/2014 18:52 

 

Alta Quota lancia «La mischia», la birra per festeggiare i 50 anni di rugby

La nuova birra

Ennesimo «parto» per il birrificio artigianale di Cittareale

24/04/2014 18:39 

 

Hospice San Francesco, Asl: niente chiusura

Hospice San Francesco

«Vogliamo ridare visibilità all’Hospice attraverso la ridefinizione del modello clinico-assistenziale» annuncia Figorilli

24/04/2014 15:27 

 
 

 
   

 

 

Rieti, riapre ad ottobre la scuola domenicale di lingua e cultura ucraina

 


     
virgolette

Anolf e Casa del Volontariato di Rieti per 'lingua e Mova insieme'

     

dalla Redazione
giovedì 4 ottobre 2012


Dopo la pausa estiva ad ottobre riapre la scuola domenicale di lingua e cultura ucraina “lingua e Mova insieme” che la primavera scorsa ha riscosso entusiasmo e numerose adesioni. Con la collaborazione dell’Anolf – Associazione Nazionale Oltre le Frontiere, della Casa del Volontariato di Rieti e di Don Fabrizio Borrello, la scuola ucraina riprende le lezioni nella sala della chiesa di Regina Pacis in Rieti.

La comunità ucraina si posiziona terza nella nostra città dove conta 236 residenti su 700 presenti nella provincia. Di questa comunità fa parte Vira Terletska che, insieme a Natalija Borzykm e Sveneslava Kyba, ha dato vita alla scuola domenicale con il desiderio di coltivare e trasmettere alle seconde generazioni nate in Italia la cultura e la lingua ucraina.

La scorsa stagione hanno aderito 14 bambini, tutti residenti a Rieti, coinvolti in lezioni, eventi culturali e feste tradizionali divenute occasioni di incontro e confronto tra nonni, genitori e figli. La festa di fine anno, tenutasi presso la sala della chiesa di Regina Pacis lo scorso giugno, ha visto la partecipazione numerosa della comunità ucraina, delle associazioni di volontariato coinvolte e delle autorità cittadine, complimentatesi per l’iniziativa di alto valore culturale e sociale.

Occasioni di incontro e condivisione come le lezioni domenicali e le feste organizzate insieme, costituiscono parte integrante del percorso di crescita di bambini e ragazzi che si trovano a conoscere perfettamente la cultura italiana e meno quella dei loro genitori e nonni. Per informazioni e adesioni è possibile contattare Vira Terletska al numero di cellulare 389 – 9667274.

 


 

invia l'articolo

Condividi l'articolo su


   




:::::: Disclaimer & Privacy Policy   © 2007-2014  - www.ilgiornaledirieti.it .it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori